Sei un Rolex o un Rolex falso?

Chiunque si trova prima o poi davanti alla verità, alla sua verità,
e la verità non la puoi nascondere, perchè più la nascondi
e più diventa ingombrante.

 

Benvenuto alla seconda puntata di “C’è un modo diverso di vedere le cose“.

Grazie agli oltre 1600 ascoltatori che hanno seguito la prima puntata (se non l’avessi scaricata e vuoi farlo la trovi qui). Oggi come promesso non sarò solo: l’obiettivo infatti è farlo insieme.

Con noi c’è Dario Brusadelli: ex macellaio e uomo insoddisfatto, personalmente ed economicamente, oggi fattura con la sua attività qualcosa come 5,4 milioni di euro l’anno.

La sua non è solo una storia di successo finanziario ma anche e soprattutto una storia di libertà e di successo personale.
Una di quelle storie legate a quella verità che, ad un certo punto, diventa troppo ingombrante per essere nascosta.

p.s.: ho fatto questa chiacchierata con Dario e ci eravamo dati questo argomento ma alla fine abbiamo anche parlato di molto altro oltre che del successo personale, di marchio, di come si stanno muovendo le aziende in questa nuova era, del mercato del lavoro e di tante altre cose.

 

Istruzioni

  1. Scarica la puntata da qui
  2. Ascoltala (subito o quando hai tempo)
  3. Se hai voglia condividi la tua esperienza con noi (su questa iniziativa, se vuoi proporre qualche tema  ecc.)

Commenti

commenti

17 Risposte a “Sei un Rolex o un Rolex falso?”

  1. Buongiorno Italo ,
    di tanto in tanto lascio qualche commento perchè oramai ti seguo con interesse da qualche mese e so che presto avrò modo di conoscerti personalmente..
    Ascoltando questa puntata ,ed in particolare l’esperienza di Dario , ho fatto alcune riflessioni e te le scrivo di getto.
    E’ logico che SE ti trovi nell’azienda giusta , SE vendi i prodotti giusti ,SE sei nel mercato giusto … non puoi che ottenre risultati giusti.. Bisogna risolvere quel SE.
    Sono molto in accordo invece su quello “stimolo” che talvolta arriva e può accenderci quell’attimo ,quel giorno.. forse una vita!
    Bellissima invece è quella sensazione che talvolta si prova quando ci mettiamo nella condizione mentale che presto riusciremo a cambiare le cose in meglio …anche se non sappiamo ancora come… Sapere che il come arriverà spesso ti rende sereno .. è qui che bisogna lavorare nel mantenimento e difesa di questa condizione così spesso fragile.
    Ciao e buonavita!

  2. Ho sempre questa convinzione che un giorno sarò arrivato dove voglio arrivare. Non sono sicuro se questa convinzione parte da dentro di me, oppure mi è stata imposta dai libri che ho letto, audio che ho ascoltato dalla gente con cui entro in contatto. Penso comunque che ci vuole anche un po di fortuna???

  3. ho sentito il podcast, allora sono decisamente un rolex falso,mi siedo, sono di quelli che pensa ci si accontenta gode perché l’insoddisfazione è tipica dell’essere umano e quindi bisogna sapere godere di ciò che si ha appieno per non sentirsi male, essere lieti delle piccole cose…se non ci riesci allora rientri nel tipico umano insoddisfatto e quindi o ci stai o lotti per trovare una soluzione..io non lo so..da una parte dovrei essere serena e felice, dall’altra sono depressa…lottare? significa forse mettere a rischio tutto quello che uno ha…si forse i FORTI, quelli che hanno le VISIONI, le PASSIONI, possono farlo..ma se no?? e si che inrealtà tanto seduta non sto’..ma forse fondamentalmente si…non so!l’eterno dilemma…

  4. ho ascoltato con interesse l’intervista a Dario Brusadelli…la sua voce è carica di sincerità….anche l’esempio iniziale è molto suggestivo……se riuscissimo sempre a essere coerenti non ci perderemmo così spesso …grazie

  5. Il Rolex è Rolex! Non esistono imitazioni né falsi … La Ferrari e’ “Ferrari”… Ognuno di Noi è Rolex, Ferrari…. O Pierino!!! Anche Vito Catozzo…. Anche Rossi…. Ma con questi nomi si conoscono solo le persone che sono Emerse….quelli che hanno rischiato, quelli che si sono messi in gioco… Quelli che hanno Osato!
    Se pensi di “Valere”… E’ perché Vali!OSA!!!!
    Buona Fortuna a Tutti…

  6. La rabbia è un buon segnale. Significa che sei viva. hai scritto

    questo mi colpisce, ancora devo leggere i due podcast scaricati, ma questa frase, per quanto vera…mi terrorizza…sono morta? ho cercato di camuffare tante sensazioni per non reagire male nel male e questo ha acquietatto anche il bene nel bene ,le passioni, gli interessi…vivo PIATTA…per difesa…e la pigrizia mentale nn mi aiuta, anzi…se devo tornare viva lo farei in maniera selezionata (godendomi il buono, cedendo alle passioni, ritrovando la gioia di vivere e l’entusiasmo…) o a 360 gradi facendo casino anche nel male (ossia reagendo malamente alle incazzature invece di stare calma)..dura scelta…e la pigrizia…non aiuta..sentirò i tuoi podcast, ciao

  7. Mi sembra a volte di controllare tutto sono molto razionale o un bel niente e chiedermi ma come è possibile ? uscire dal flusso bella partita …cosa controllo le mie emozioni sigh ! ciao e grazie graziella

  8. mirella rovere dice: Rispondi

    IO NON MI SENTO NE UN ROLE VERO NE FALSO ,,,, sono ARRABBIATA SPESSO E NON SO IL PERCHéééé

    1. Ciao Mirella, la rabbia è un buon segnale. Significa che sei viva.
      C’è una domanda magica che porta ad avere tutte le risposte.

      La domanda è: perchè?

      Al posto tuo io inizierei a chiedermelo e sono sicuro che nel giro di breve tempo, magari di notte durante il sonno, dove si abbassano le difese e il livello razionale, la risposta arriverebbe.

      Mi auguro di rivederti presto qui sul blog con un commento del tipo: ECCO PERCHE’, ALLORA ADESSO…

  9. se sei un rolex vero devi essere un uomo vero,coerente con quello che dici e quello che fai!!! Lo so è scomodo,la coerenza molte volte viene confusa con l’arroganza,ti allontana dalle persone che vogliono plasmarti a loro piacimento,ma alla fine premia xchè ti mette in pace con te stesso,ti dona serenità d’animo,ti rende un rolex vero agli occhi di chi ha a che fare con te!!!!Personalmente ogni giorno mi sforzo di esserlo,xche come nel tuo esempio,Italo,possiamo prendere in giro noi stessima saremmo un brutto esempio per chi ci vuole bene.Italo,che ne pensi a riguardo? Un energico “piùChepuoi”

    1. Cosa ne penso al riguardo Frank?
      Che hai colpito il bersaglio proprio al centro…

      Un energico piùchepuoi anche da parte mia.
      Grazie

  10. mi trovo nelle stesse ondizioni….come posso fare

    1. Ciao Simon, in quali condizioni?

  11. i commenti e i concetti di Italo mi piacciono molto,ma ho provato a scaricare i download e mi da sempre errore.Come posso fare?

    1. Ciao Elvio, grazie.
      Su quale link hai cliccato? Io ho provato ora e funzionano tutti.

      Fammi sapere

  12. Ascoltare le storie di persone che ce l’hanno fatta, grazie alla Crescita Personale è uno sprone continuo a perseguire l’obiettivo della realizzazione personale e professionale. Come dice Robert Kiyosaki che di libertà finanziaria, ne sa qualcosa, per ottenere risultati nella vita, bisogna rispettare la formula: TO BE, TO DO, TO HAVE. Pensare di invertire l’ordine, è molto rischioso perchè alla fine è come iniziare a costruire una casa partendo dal tetto!!!! Crescita Personale e Formazione sono le fondamenta per una vita vissuta in prima persona. Può essere faticoso, ma per raccogliere domani, bisogna essere disposti a lavorare duro oggi.

    1. To be, to do, to have. Grazie Davide

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.