La grande opportunità (… a proposito di “Programmi Mentali”)

opportunitaHai mai avuto una grande opportunità?

Io avevo letto l’annuncio su un giornale, parlava di un’opportunità lavorativa.

Chiamai il numero indicato e venni invitato ad una serata di presentazione: si sarebbe tenuta nella sala congressi di un Hotel della città in cui vivevo dalle 20 alle 21.

Non sapevo molto riguardo ciò di cui avremmo parlato ma non avevo scelta, non potevo fare “il fighetto” in quel periodo (economicamente molto buio) della mia vita.

Decisi  di andare almeno a vedere di cosa si trattasse.

AIUTO!!

Quando lo speaker iniziò a parlare…colpo di scena, mostrando il logo dell’Azienda riconobbi lo stesso logo che avevo visto durante la presentazione di un’altra opportunità (pensavo diversa) cui avevo assistito circa due settimane prima nel tugurio di una casa (dalla quale fuggì a gambe levate!).

Stavo quasi per alzarmi, d’istinto. Poi un po’ per educazione, un po’ per il fatto che se in due settimane mi ero “scontrato” con la stessa opportunità (come la chiamavano loro) qualcosa doveva pur significare, insomma, alla fine decisi di restare

Sta di fatto che dopo la presentazione di gruppo mi ritrovai a parlare a tu per tu con la persona che mi aveva invitato lì, quella che aveva messo l’annuncio sul giornale.

Si parlava di un’attività “alternativa”, diciamo così ed io avevo già lavorato sulla mia mente per allargare i mie campi di scelta (erano anni che facevo scelte contro tendenza).
Mi sembrava tutto un po’ strano, ma la domande che avevo in mente era: e se fosse tutto vero?

 

SE FOSSE STATO TUTTO VERO?

Era una risposta che potevo dare solo in un modo: provando.

Decisi dunque di iniziare quell’attività e…miracolo, arrivarono i primi risultati: soddisfacenti, molto soddisfacenti.
Quelle entrate extra mi permettevano di intravedere la luce in fondo al tunnel: si, c’era una via d’uscita.

Iniziavo a sognare un nuovo futuro, una nuova libertà finanziaria.

Avevo dato tanto nella mia vita e, finalmente, era il momento di ricevere.

 

IMPROVVISAMENTE CAMBIO’ QUALCOSA: NON C’E’ PIU’ MERCATO

Dopo qualche mese le cose iniziarono però a cambiare verso.
Dopo l’entusiasmo iniziale iniziai a combattere.

Presentando quei prodotti ai miei amici mi sembrava che mi guardassero male, ogni volta sembrava volessi vendergli qualcosa.

Era così in effetti, ma io non volevo vendere qualcosa ai miei amici: non mi piaceva vendere.

depressione29Non mi piaceva affatto ricevere dei no, non era un motivo economico, ma quel no appariva come un rifiuto verso me stesso, mi faceva sentire in imbarazzo.

Ero entrato nel loop e mi sembrava che, malgrado tutti gli sforzi fatti, ogni persona alla quale presentavo i prodotti iniziasse a guardarmi male (ben prima che io parlassi).

Il risultato fu che fallì miseramente, dopo circa 10 mesi decisi di cessare la mia attività.

Mi sembrava non fosse una cosa per me, mi sembrava non ci fosse più mercato.

 

INVECE…PERCHE’ IO NON CI RIUSCIVO?

Anche se ero uscito dall’attività avevo comunque mantenuto contatti con l’ambiente nel quale avevo trovato amici e persone che stimavo.

Vedevo che i loro assegni, dietro ovviamente il loro impegno, continuavano a crescere.

Con il tempo scoprì che erano entrate in attività persone nella mia stessa zona e avevano iniziato ad ottenere risultati migliori dei miei (anche di quando ero stato al massimo del mio rendimento).

Ma come, non avevo detto che non c’era più mercato?
Iniziava ad esserci
qualcosa che non mi quadrava..

Era stato un fallimento la mia esperienza?
Avevo iniziato da tempo a considerare le esperienze di soli due tipi: o sono un successo o sono una lezione. Non esistono fallimenti.

In quel caso, visto che non era stato un successo, non mi rimaneva dunque da capire qual era la lezione.

LA VERITA’ (MA L’HO SCOPERTA MOLTO TEMPO DOPO) 

La verità è che il mercato c’era eccome, questo era stato dimostrato in modo tangibile dai risultati ottenuti da tutti quelli che avevano iniziato dopo di me (nella mia stessa zona!).

La verità è che a bloccarmi non era stato qualcosa di esterno ma io stesso e nello specifico i miei programmi mentali:

  • Programmi mentali per il business (che non avevo)
  • Programmi mentali per la vendita (che generavano in me paura)

Il bello è che all’epoca ci credevo veramente:
quando infatti pensiamo qualcosa il nostro cervello
fa tutto ciò che è possibile per fare in modo che
ciò che vediamo combaci e confermi perfettamente le nostre idee

E’ un processo non spiegabile in poche righe, ma che ho approfondito nel libro “Il Potere del Cervello Quantico).

LA TUA VERITA’?

A te è mai successa una cosa del genere? In qualsiasi campo?

Qualcosa che vivendola pensavi (anzi, eri estremamente certo) fosse in un modo e che poi, riguardandola a posteriori, hai scoperto che invece la situazione era molto diversa?

Condividi la tua storia e le tue riflessioni qui sotto se hai voglia.

La qualità delle nostre scelte
dipende anche dalla qualità
degli esempi che abbiamo a disposizione

Grazie

P.S.: a proposito di “Business” in questi sto organizzando un’intervista con un professionista di primissima categoria. Se lavori in proprio (libero professionista/imprenditore), se hai un’idea da sviluppare o offri un servizio rimani con le antenne sintonizzate. Sono sicuro ti sarà molto utile.

Commenti

commenti

19 Risposte a “La grande opportunità (… a proposito di “Programmi Mentali”)”

  1. Sembrerebbe un copia&incolla della MIA storia ….ma allora non succede solo a me …! Grazie a te Italo che sei per me un faro ed a tutto lo staff di più che puoi che ti accompagna in questa mission ….Grazie e bravi

  2. hai raccontato la mia storia la mia situazione attuale….

  3. Cezar Eduard Galusca dice: Rispondi

    Grazie di cuore Italo ! I tuoi insegnamenti mi hanno cambiato la vita … mi hanno aiutato di risolvere tanti problemi mentali e di atteggiamento . Ti sarrò sempre grato !

  4. Grazie Italo, per la continua motivazione e per il tuo impegno ed esempio.
    Paolo

  5. Condivido pienamente il tuo pensiero. Le persone spesso si limitano senza sapere il vero perché, proprio perché non conoscono l’esistenza dei programmi. Inoltre, nel prendere le decisioni, spesso si basano su quello che pensano, su opinioni ( il più delle volte di persone inesperte) invece che sulla conoscenza e sul sapere.

  6. Ciao Italo, ormai è da un pò di mesi che ti seguo, stò facendo CDA, programmazione subliminale, cervello quantico e tanto altro per migliorare la mia vita… Devo dire a tutti che è proprio vero che dal momento che cambi il tuo modo di vedere tutto cambia.
    A me stà succedendo adesso ed è solo l’inizio! Nell’ambirto lavorativo (sono manutentore in una ditta di cavi elettrici) mi succedeva spesso che cercavo di rilevare un guasto su una macchina e a volte, quando non ci riuscivo, venivano in soccorso o un mio collega o il mio capo officina e guarda caso in un attimo trovavano il problema. Ho 26 anni e stò facendo esperienza mi dicevo in testa ma è sempre una bella scusa! Ora nel giro di qualche mese sono cambiato, sono più indipendente e sicuro di me perchè ho cambiato il modo di cercare, anzi a volte è il problema stesso che mi cerca 🙂 Semplicemente ho cambiato le domande: come farebbe il mio capo o il mio collega?… e se non fosse così?… guarda il problema da un gradino più alto e molte volte sparisce o lo risolvi facilmente mentre prima restavi dentro ancorato con i tuoi pensieri limitanti!…
    E per concludere mi stò accorgendo che mi girano intorno sempre più brave persone e alcune di quelle sono le stesse di prima solo che riesco a vedere il loro lato positivo, prima no! E con l’esempio (il mio sorriso, la mia gioia) riesco a ricevere la stessa cosa anche da chi bestemmia e brontola con tutti 😉
    Scusate il lungo esempio…
    Ciao a tutti
    Ciao e grazie a Italo! Più che puoi!

  7. Cezar Eduard Galusca dice: Rispondi

    In teoria sono sicurrissimo che il network funziona … anche molto velocemente ….. in prattica non sono capace …. Che cosa posso fare ?

  8. Alessandro sauta dice: Rispondi

    Mah…ti riferisci sicuramente ad una attività di mlm….e di sicuro tt ciò…che hai detto risulta a verità.l.tt funziona se siamo noi a funzionare…e tt si attrae..magicamente….quando vivi la percezione che ti sta capitando e lo stai vivendo…..in realtà….tt dipende esclusivamente da noi!!! Tt capita se siamo noi a livello inconscio….a volerlo…già….ma anche il contrario…e cm uso dire spesso…noi siamo …il problema….ma anche la soluzione!!!!!! Ciao Ale sauta da livorno….ps…sn di Milano….anche se ci vivo…..

  9. vorrei avere maggiori spiegazioni, in questo momento, non solo serena, poi ho difficoltà visive(sono ipovedente grave), sono stanca e avvilita, ma sempre pronta x tutte le novità. grazie Carmela sabia

  10. Buondì
    La situazione sopradescritta è identica a una mia esperienza di anni fa, l’unica piccola differenza è che invece di 10 mesi per me erano stati 11! Avevo sprecato molte energie e soldi per avere un risultato pari a zero, ma io ho pensato che “non ero tagliato” per quel mestiere anche se i prodotti erano ottimi.
    Fabio

  11. Italo io ti seguo da tempo, ma non ho più l’età per aggregarmi. Mi è sufficiente l’entusiasmo che mi trasmetti e che assorbo per mantenere viva la speranza che tutto può accadere… e ci deve trovare pronti a cogliere le opportunità che si presentano nella vita. Ci vuole la carica giusta anche per continuare a credere. GRAZIE!!!

  12. ciao si mi è successo e mi succede ancora, quado penso una cosa, quello che poi mi si presenta nella vita è proprio quello!!!
    Mi succede ancora oggi con le relazioni affettive…. per esperienze molto negative che ho vissuto in passato con gli uomini, sono molto prevenuta nei loro confronti e purtroppo mi si avvicinano solo un certo genere di uomini….. spero proprio, adesso con la programmazione si Italo di riuscire a cancellare vecchi ed erronei programmi e di metterne di nuovi!!!!!
    Così finalmente potrò vivere una storia d’amore felice ed appagante con un uomo in gamba vicino a me!!!

  13. Ciao Italo
    da tempo seguo le tue attività e le tue riflessioni, forse perché da tempo sto cercando di dare una svolta alla mia vita (ma ancora purtroppo non ci sono riuscita..). Condivido l’idea che il modo di interpretare gli eventi sia fondamentale, ma come si fa a cambiare “gli occhiali”? Dopo alcune esperienze pesanti che ho vissuto un anno fa ho cercato di non interpretare più gli eventi negativi come un rifiuto verso me stessa, di adottare la nuova logica secondo la quale non esistono fallimenti ma due soli tipi di esperienze: successi e lezioni. Il problema più grosso è però capire le lezioni e proseguire anche quando non ne capisci subito il senso… ci si sente profondamente smarriti e soli… Ultimamente ho acquistato il tuo e book favorire le coincidenze e mi è piaciuto. Spero che esca presto il potere del cervello quantico.
    Alessandra

  14. Si mi è capitato ma poi in maniera quasi naturale, pur non conoscendo nulla de tutto quello che di ha poco avrei intrapreso ho sentito che dovevo cambiare qualcosa e così 5 anni fa mi sono messo a studiare, in quel periodo cominciai a capire che avevo un potenziale nascosto ,latente, allora decisi di conoscermi meglio.
    Poi un giorno vidi casualmente in internet un tuo video ma non ci feci caso.Dopo alcuni giorni cercando notizie su cervello notai il vostro sito ma ancora non ci badai ma due giorni dopo mi arrivò una mail PIUCHEPUOI ma.. rimasi ovviamente colpito visto che era la terza volta e da allora vi seguo e spero anzi no sono sicuro che parteciperò ad un vostro seminario un saluto
    Luca

  15. Caspita! sì! Mi sta succedendo proprio ora con un’attività simile a quella di cui parli nell’articolo,ma non voglio mollare perché mi rendo conto che dipende dai miei pensieri! Se ce l’hanno fatta gli altri ce la posso fare anch’io…basta vedere le cose in modo diverso…c’è n’è sempre uno….vero? 😉
    Poi quando mi sono separata…ora vedo le cose in modo diverso…
    Grazie Italo

  16. Ciao Italo, ascoltare una pratica che tutti noi facciamo varie volte al giorno…diverso da capire…quando riusciamo ad unire ascoltare e capire abbiamo raggiunto un bel traguardo, ascoltare il proprio io e capire se qualcosa non va questo è un livello superiore che piò migliorare trovando la soluzione! Per me è così, con tanto esercizio! Riesco ad acoltare quella vocina che chiacchiera dentro me e fornigli una serie di soluzioni da solo non ci sono riuscito ma grazie a te e a Più che Puoi ho acquisito strumenti e forza di volontà per formare una scala che porta al mio livello superiore!!! Grazie Italo, un abbraccio Giacomo

  17. Italo leggerti, e ascoltarti e sempre per me motivo d’ispirazione.
    Personalmente si mi è successo e devo dirti più di una volta nella mia vita, nonostante la giovane età.

    Mi era capitato proprio in una situazione simile, però in quel momento non avevo appunto un programma funzionante o meglio non avevo i giusti programmi che ho ora, passo per passo sto installando.

    Oggi sto svolgendo un’attività che mai avrei pensato di fare, e ho scoperto quanto è bello vendere, e quanto questo settore ti porti davvero a porti ogni giorno delle domande, che spesso non hanno risposta, ma va bene cosi!!!!
    Infatti come spesso dici non è importante vincere la partita ma il campionato!!!! un grande abbraccio

  18. Gabriele falsinnoti dice: Rispondi

    Grazie per gli aggiornamenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.