7 cose che è meglio sapere

7coseCi sono concetti che forse non sono chiari, cose che non conosciamo, altre ancora che diciamo così (mi viene il ragionevole dubbio) non vengono troppo pubblicizzate.

Eccone 7, sono di vari settori (non viviamo mica in compartimenti stagni vero? E poi le cose interagiscono, nella nostra mente, nella nostra cultura, nelle nostre decisioni).

Cercherò di essere il più conciso possibile per lasciare anche spazio alle riflessioni e considerazioni.

1. Perchè non riesco?

uomo-spinge-roccia-maxA volte ricevo mail in cui mi dicono: penso positivo, immagino come se fosse già accaduto, ma perchè non ottengo risultati?

RISPOSTA: molto bene, oltre a questo, stai facendo delle cose? Facendo, si. Per vincere bisogna fare anche delle cose.
E’ come se giocassi a pallone, ricevessi un’assist e ti trovassi davanti alla porta senza portiere: la metti o no questa palla dentro?

Fare, fare, bisogna fare. Ci sono momenti in cui per le tante cose da fare non dovrai neanche avere il tempo per pensare. I tempi cambiano, le strategie anche. Stai facendo nuove cose? Usando nuove strategie? Talmente nuove che fanno quasi fatica a venirti in mente? E infine: ci sono momenti in cui hai talmente tanto da fare che non hai neanche il tempo per pensare?

Altri invece mi scrivono: faccio milioni di cose, la mia vita è piena di obiettivi, ma qui è una battaglia ogni giorno, perchè tutte le cose devono essere conquistate buttando il sangue?

RISPOSTA: Hai cercato di metterti nelle migliori condizioni oppure stai cercando di tirare milioni di palloni verso la porta e prima o poi uno entrerà?
Se il tuo profilo è questo allora non ti stai mettendo delle migliori condizioni, ecco perchè è una guerra tutti i giorni. Le cose non fluiscono.

Essere significa lavorare sul proprio stato emotivo, sulla propria energia, sulla propria storia personale, sulla propria missione, sui propri valori.
Fare significa lavorare sulle proprie strategie, sui propri obiettivi, sul proprio livello realizzativo.

  • Si può riuscire ad ottenere senza fare? Dipende da cosa, ma comunque ci vuole un sacco di tempo.
  • Si può riuscire ad ottenere senza essere? Dipenda da cosa, ma ci vuole un sacco di tempo (ed è una guerra tutti i giorni).

Essere + fare, e le cose avvengono in modo spontaneo.

Solo una volta compreso e sperimentato questo processo allora si potrai non più chiederenè pretenderenè lottare.
Ma semplicemente andare a prendere.

 

2. La massa critica c’è già (NON SIAMO UNA MINORANZA, solo che non lo sappiamo)

Dato 1: in Italia si vendono 1 milione di copie al mese di riviste di Gossip (sconcertante).

Questi e altri dati sembrerebbero dimostrare che c’è ancora molto lavoro da fare. Infatti è vero, ma in quale direzione? Nella direzione dell’integrazione.

“C’era un buddista e un complottista..”, sembra una barzelletta ma è quello che è successo realmente al convegno “IO NON CI STO” che abbiamo tenuto a Roma sabato 12 Gennaio.
La platea era divisa fra complottisti (più di qualcuno è venuto a dirmi “Italo, je dovemo rompe er..”) e buddisti (li prendo come immagina ma è in linea di principio, più di qualcuno è venuto a dirmi che stava sentendo qualcosa a livello dei chakra).

Che differenza c’è fra i due? Sostanzialmente nessuna, entrambe le categorie si sono rotte e gridano “IO NON CI STO”, ma utilizzano mezzi diversi per farlo.

Alcuni sociologi hanno condotto delle ricerche: fra il 65 e l’80% della popolazione mondiale è sensibile a questo tipo di argomenti e ben il 35% dell’intera popolazione mondiale lo è particolarmente (mette cioè in atto azioni concrete (a proposito del “fare”) nella direzione di questi principi). [NOTA: Dati ufficiali tratti dal libro “I creativi culturali”]

E allora? Allora la massa critica già esiste, dobbiamo però integrarla. Usiamo strumenti diversi, nel rispetto di ogni individualità, ma andiamo nella stessa direzione ok?
Intanto togliamoci dalla mente di essere una minoranza, siamo la MAGGIORANZA del mondo, facciamoci sentire.

p.s.: organizzando IO NON CI STO sapevo che si sarebbe verificato questo evento, insieme di persone di diversa natura, per me è stato straordinario e lo farò ancora perchè credo profondamente sia quella la direzione nella quale lavorare

3. E la chiamano libertà? L’Europa investe 1 milione di euro per farci spiare

manimanetteLa fonte è il prestigioso Telegraph: l’Europa investe 1 milione di euro per addestrare i funzionari a fare i troll.

Cosa significa? Che tra qualche mese, ogni volta che qualcuno sul web, Twitter o Facebook si azzarderà a menzionare certe parole chiave (uscire dall’euro, tornare alla lira o altre parole ad alto rischio (come quelle che sto scrivendo io insomma)) attirerà subito gli esperti del caso, quelli bravissimi a sfottere, deridere, insinuare, insomma a girare la frittata e buttare tutto in caciara.

Evviva l’Europa, evviva i Leader politici, evviva la libertà.

4. “IO NON CI STO”: L’Islanda come esempio?

Davanti a possibili ricatti europeisti e prestiti dei fondi monetari l’Islanda (la gente islandese) ha detto io non ci sto.

islanda

Entrando letteralmente nelle stanze dei bottoni si è ripresa il diritto al potere promuovendo la democrazia partecipativa.

Di cosa si tratta? Poco spazio per descrivere (ti invito all’approfondimento). In ogni caso la nostra è una democrazia rappresentativa (eleggiamo dei nostri rappresentanti…sai già come va a finire). Gli islandesi invece hanno trovato il modo per partecipare attivamente alle decisioni (non è che ci voglia un genio per capire come, a loro l’applauso per avere avuto il coraggio di farlo veramente).

Recentemente inoltre, dopo la vittoria davanti alla corte dell’Efta (European free trade agreement) per la quale non dovrà pagare tutto il debito fatto dalle sue banche, ma solo la parte già sborsata che corrisponde alla garanzia in essere al momento del crack di  Landsbanki) il presidente Ragnar Grímsson ha dichiarato «Dobbiamo lasciare che le banche falliscano, non possiamo essere i responsabili delle malversazioni dei privati».

A buoni intenditori poche parole.

Do you understand?

5. Esistono altre forme di coscienza oltre a quelle che conosciamo (non è un opinione, è un dato di fatto)

ebenalexanderl professor Eben Alexander è un neurochirurgo di grande fama.

Non aveva bisogno di visibilità, al contrario, da uomo di scienza quello che ha raccontato avrebbe potuto mettere in rischio la sua intera carriera.

Era sempre stato scettico a proposito di vita ultraterrena e dei racconti di esperienze extracorporee  ma da quando nel 2008 rimase in coma sette giorni a causa di una rara forma di meningite la sua opinione è parecchio cambiata.

In stato di coma il dott. Eben Alexander era considerato clinicamente morto ma visse delle esperienze in altre dimensioni, incontrò persone che, una volta risvegliato, ritrovò nella sua vita reale (il tutto raccontato nel suo libro “Proof of Heaven”).

Esperienze di questo tipo sono studiate da anni, vengono chiamate NDE (Near Death Experience). Oltre 65.000 casi schedati nei quali persone di ogni genere ed estrazione sociale raccontano lo stesso tipo di esperienze e, soprattutto, sono in grado di sapere cosa è successo in altri luoghi mentre erano in coma (versioni confermate dai dati di fatto reali e inconfutabili).

Ciò che vediamo con gli occhi rappresenta solo una piccola parte del tutto (a proposito dell’essere..)

Do you understand?

6. I chemioterapici fanno venire il cancro?

Schermata 02-2456330 alle 14.07.22In un articolo dell’Agosto 2012 il Daily News titolava: “Ricerca choc: la chemioterapia può agire al contrario, può peggiorare il cancro scatenando la crescita di tumori.”

Capisco che una notizia del genere potrebbe mettere nel panico migliaia di persone, ma non rappresenta che l’ennesima conferma (per questo mi chiedo sempre perchè notizie di questo tipo debbano essere andate a cercare con il lumicino).

Dall’articolo leggiamo: “Da tempo considerata il trattamento più efficace contro il cancro, la chemioterapia potrebbe in realtà far peggiorare il cancro, secondo una sorprendente nuova ricerca.

Una terapia estremamente aggressiva, che uccida indiscriminatamente sia le cellule cancerogene che quelle sane, può portare le cellule sane a secernere una proteina che contribuisce alla crescita del tumore, e ad una sua maggiore resistenza a trattamenti successivi. […] Ricercatori negli Stati Uniti hanno fatto questa scoperta “completamente inaspettata” mentre cercavano di capire perché le cellule cancerogene siano così resistenti quando sono all’interno del corpo umano, mentre sono facili da uccidere in laboratorio. Gli scienziati hanno scoperto che le cellule sane colpite dalla chemioterapia secernono una maggiore quantità della proteina chiamata WNT16B, che aumenta la capacità di sopravvivenza delle cellule cancerogene.”

Do you understand?

7. Tutto è energia (non è un’opinione, è un dato di fatto)

Questa forse l’avrai letta in una delle ultime newsletter che abbiamo inviato, ma è bene fermarla anche in un posto dove possa essere consultabile facilmente, in questo blog.

Luc Montagnier ha vinto il premio Nobel per la medicina nel 2008.

Da qualche tempo ormai ha pubblicato uno studio che per alcuni potrebbe apparire rivoluzionario, per noi gente di più che puoi è l’ennesima conferma.

Nei processi della vita la biologia e la fisica lavorano meravigliosamente in semplicità e con basse energie, allo scopo di portare avanti il progetto della creazione. Ancora una volta si afferma che tutto vibra e tutto è Energia.

Le prove sono nell’esperimento stesso

Montagnier lo ha studiato con i suoi colleghi francesi, italiani e tedeschi.

Gli scienziati hanno isolato e schermato dal campo magnetico due provette, una contenente acqua e una contenente DNA.

La provetta contenente il Dna è stata irradiata in modo che la radiazione emessa arrivasse sulla provetta con l’acqua.

Meno di 24 ore dopo è apparsa nella provetta dell’acqua il Dna presente nell’altra provetta.

Secondo i ricercatori di Montagnier, il Dna emette infatti onde elettromagnetiche a bassa frequenza che si fondono con la struttura delle molecole dell’ acqua.

Il premio Nobel ha dimostrato che il DNA si può creare dal nulla, utilizzando forme di energia

A questo punto la domanda è: fino a quale millennio dovremo continuare a ripeterlo per fare in modo che questo ostracismo cada definitivamente?

I pensieri sono forme di energia, così come tutto quello che c’è intorno.

Il DNA irradiato ha provocato il replicarsi della molecola nella provetta di acqua.

I tuoi pensieri cosa irradiano? E in che modo?

Non è più fantascienza, è scienza.

 

Perchè è meglio saperle?

Per avere un quadro più chiaro, e ampio, della situazione,
Perchè ciò che decidiamo dipende da ciò che sappiamo ed è dunque evidente che, la vera libertà, si conquista prima di tutto con la chiarezza di idee (solo dietro alla quale può esserci una vera libertà di scelta). Questo significa salire al livello superiore.

C’è un modo diverso di vedere le cose.

Riflessioni, commenti, considerazioni: lo spazio qui sotto è a tua completa disposizione.

Un caro saluto da parte mia.

Commenti

commenti

118 Risposte a “7 cose che è meglio sapere”

  1. Ok tutto ok ma mi sembra un po’ come sempre di scoprire l’acqua calda ad esempio le cavie da laboratorio (si -n0) d’accordo ma non si va da nessuna parte del resto non siamo noi stessi a metterci in gioco . Sembra che solo uno c’è la fa e tutti gli altri dietro chi si accontenta naturalmente ma tanto di meglio ; è più comodo , oppure niente.
    Tutto nel tram tram quotidiano chi ben pensa bel fa.

  2. HO SPERIMENTATO SU ME STESSO CHE LADDOVE HO RIFIUTATO LA MEDICINA CONVENZIONALE , PROPOSTA PER COMBATTERE MALATTIE COME DIABETE IPERTENSIONE E VALORI CLINICI ALLARMANTI ,(SONO 30 ANNI CHE MI RIFIUTO DI PRENDERE I MEDICINALI SUGGERITI DAI MEDICI).COMUNQUE CAMBIANDO LO STILE DI VITA (ALIMENTAZIONE E SPORT ) E RITROVANDO STIMOLI E MOTIVAZIONE RISPONDO IN MODO CONCRETO E FINORA FUNZIONALI AI MIEI ACCIACCHI E MALANNI .

  3. Grazie mille per tutto.
    Le case farmaceutiche ci vogliono malati altrimenti cosa farebbero? Venderebbero noccioline? Non avrebbero tutto il guadagno a discapito dei poveretti che credono ancora che le medicine possono guarire. Se parliamo di chirurgia, ok, quella la vita la può salvare, ma la chimica in pillole no! Se ci permettono di guarire è perché la guarigione sarebbe avvenuta lo stesso; non sono state loro ma il nostro approccio diverso verso il nostro male, peraltro creato da noi stessi in condizione di stress.
    Miriam

  4. Ringrazio ogni giorno di aver incontrato e creato te il tuo team, che mi avete ispirato e fatto scattare la molla dentro, e ogni ricchezza che mi porta sempre più consapevolezza per rendere la mia vita e quelle delle persone che ama sempre migliore e felice

  5. michele de solda dice: Rispondi

    Bell’ articolo
    Condivido molto di quello che dici e scrivi e apprezzo quello che stai facendo
    Ho voglia di dare una mano, tuttavia mi rendo conto che sono ancora troppo lontano dal potermelo permettere, le mie azioni non corrispondono ancora ai miei pensieri
    (“le persone possono dubitare di ciò che dici ma crederanno a ciò che fai)

  6. Grazie Italo,
    Avevo gia’ letto “7 cose che e’ meglio sapere”! Ma notifico che i Nobel lo hanno valutato scientificamente appena “ora”! I tibetani lo sanno da qualche centinaio di anni! C’e’ una differenza….. Che loro credono incondizionatamente alla teoria, invece NOI che siamo quelli “emancipati” non ci crediamo ancora, anche se’ un premio Nobel ce lo ha dimostrato!
    Grazie di far sapere con il vostro proggetto le “cose” a noi umili mortali!

  7. Buongiorno,
    mi permetto notificare copia-incolla del punto 7 sulla pagina fan
    che sintetizza una mia lunga lettura su questo soggetto che merita
    essere acquisito da un massimo di persone possibile 🙂

    (perché dobbiamo farcela a modificare i pensieri della critica massa)

    Complimenti,

    Davide
    Cmd. della Navetta della Felicità (FB fanpage)

  8. sono sempre più d’accordo che non bisogna essere grandi, per essere grandi; ma… il mondo della creazione è invisibile all’occhio umano eppure è grandioso…cosa voglio dire!!! che si può essere grandi rimanendo invisibile e non per forza grandi e farsi notare.
    è un concetto un pò particolare ma riflettiamo un pò…oggi tutto si fa in funzione di una sola cosa il potere, dominare, avere il controllo su ogni cosa, quasi è come se ci volessimo sostituire al creatore senza aver fatto nulla per meritarcelo. Perche? invece di cercare con le nostre idee aiutare il nostro simile a far si che possa vivere questo meraviglioso pianeta nel miglior modo possibile? tanto noi dobbiamo lasciare sia il corpo che ci è stato dato in prestito che questo pianeta per tornare all’origine. ecco riflettiamo un po su questo e non andiamo nelle direzione sbagliate dove si cerca il potere ad ogni costo. ma poi questo potere rende sereni? felici? tranquilli? scusami se sono uscito dal tema principale ciao e buon lavoro

    1. clap clap clap…
      Carlo, una parola sola: BRAVO
      Davide

  9. Commento a : i chemioterapici fanno venire il cancro?

    In sintesi e da brevissima ricerca bibliografica è evidente che
    1- Non si dà assolutamente per scontato che la chemio debba avere esiti sempre favorevoli, al contrario: si sottolinea chiaramente la presenza di non-responders, cioè di persone che non avranno mai alcun beneficio- Nota: questo è un fenomeno che percorre tutta la medicina, specialmente quella non “tailored” in altre parole, non “tagliata su misura del singolo paziente /essere umano
    2- Si mette in luce come il prendersi cura dell’aspetto psicologico, se si vuole così dire, dell’anima dei pazienti oncologici, sia un fattore fondamentale per risparmiare loro un eccesso o, almeno, un’ampissima esposizione chemioterapica
    3- Si sottolinea che molta ricerca è ancora da svolgere per rendere, ove possibile, questo tipo d’approccio funzionale
    4- Si informa con grande chiarezza che in coloro che non avranno buoni esiti gli effetti avversi saranno estremamente pesanti

    In conclusione, se ci si informa si scopre che molte persone, in questo caso, medici ricercatori, sono assolutamente sinceri, schietti e diretti.
    Questa guerra si combatte con un solo fucile: l’informazione costante.
    E che c’insegna questa breve e drammatica informativa? Mai farsi un’idea preconcetta su cose e persone. Mai fare d’ogni erba un fascio. Prima osserva, prima orientati, valuta su solide basi, poi parti

    Dall’ American Library of Medicine USA

    Pol Merkur Lekarski. 1999 Jan;6(31):18-22.
    [The quality of life after chemotherapy in advanced non-small cell lung cancer patients].
    [Article in Polish]
    Słowik-Gabryelska A1, Szczepanik A, Kalicka A.
    Author information
    • 1Katedry i Kliniki Chorób Płuc, Nowotworów i Gruźlicy Akademii Medycznej w Bydgoszczy.
    Abstract
    The intensity of complains, short survival and great number of patients makes many oncologists to apply chemotherapy in advanced non-small cell lung cancer/NSCLC/. The achieved median duration of life after chemotherapy was 6 to 12 month. From the other hand non small cell lung cancer chemotherapy is a big burden even to healthy persons. It can worsen the quality of life. That was the reason we evaluated the quality of life after chemotherapy in advanced non small cell lung cancer patients. Taking into account, that the evaluation of quality of life, used in most diseases is useless in advanced NSCLC patients, for appreciation the quality of life in these cases the lung cancer symptoms scale/LCSS/was adopted. In 110 non small cell lung cancer patients in stage IIIB and IV, who received combined chemotherapy by Le Chevalier/Vindesine, Cisplatin, Cyclophosphamide, Lomustin/or by Rosell/Mitomycin, Cyclophosphamide, Cisplatin/the quality of life was evaluated. In 20-persons control group all patients received the symptomatic treatment. In observed group of 110 patients, tumor regressions after 4 courses of chemotherapy allowed to resect cancer in 14 cases, to apply radiotherapy in 42 and to continue chemiotherapy in 23 persons. In every person from above mentioned group the quality of life was evaluated on the basis of intensity of cancer symptoms, accordingly to LCSS. The intensity of cancer symptoms was compared before and after treatment. There were compared; the innensity of complains, weakness, appetite, malnutrition, and hematological, neurological, performans state as well as respiratory sufficiency, infections, cardiac disorders and pain. Apart it, the side effects of applied therapy were assessed in 5 degree scale. The level of hemoglobin, the number of leucocytes, thrombocytes, bilirubine and transaminases in peripheral blood, hematurie, proteinurie, bleedings, appetite, nausea, vomitings, diarrhea, mucosal lesions, infections, skin lesions, cardiac lesions, neurological lesions, respiratory disorders, allergy, alopecia. It was established that, chemotherapy in the most patients improved the performance status and minimized cancer symptoms especially, after good response to treatment. After anticancer therapy more frequently severe infections and cardiac disorders, independently to results of treatment were seen. In non-responders, the cancer symptoms were intensified by side effects of antineoplastic-therapy. In this group of patients the severe side effects of therapy more frequently were seen.
    Copyright © 2014 ISEH – International Society for Experimental Hematology. Published by Elsevier Inc. All rights reserved.

    Exp Hematol. 2014 Aug 29. pii: S0301-472X(14)00663-8. doi: 10.1016/j.exphem.2014.08.003. [Epub ahead of print]
    Activation of the vascular niche supports leukemic progression and resistance to chemotherapy.
    Poulos MG1, Gars EJ1, Gutkin MC1, Kloss CC1, Ginsberg M2, Scandura JM3, Rafii S1, Butler JM4.
    Author information
    • 1Department of Genetic Medicine, Weill Cornell Medical College, New York, NY, 10065, USA.
    • 2Angiocrine Bioscience, New York, NY 10065, USA.
    • 3Division of Hematology and Medical Oncology, Leukemia and Bone Marrow Failure Program, Weill Cornell Medical College, New York, NY, 10065, USA.
    • 4Department of Genetic Medicine, Weill Cornell Medical College, New York, NY, 10065, USA. Electronic address: jmb2009@med.cornell.edu.
    Abstract
    Understanding the intricate cellular components of the bone marrow microenvironment can lead to the discovery of novel extrinsic factors that are responsible for the initiation and progression of leukemic disease. We have shown that endothelial cells (ECs) provide a fertile niche that allows for the propagation of primitive and aggressive leukemic clones. Activation of the ECs by VEGF-A provides cues that enable leukemic cells to proliferate at higher rates and also increases the adhesion of leukemia to ECs. VEGF-A activated ECs decrease the efficacy of chemotherapeutic agents to target leukemic cells. Inhibiting VEGF-dependent activation of ECs by blocking their signaling through VEGFR2 increases the susceptibility of leukemic cells to chemotherapy. Therefore, the development of drugs that target the activation state of the vascular niche could prove to be an effective adjuvant therapy in combination with chemotherapeutic agents.
    Copyright © 2014 ISEH – International Society for Experimental Hematology. Published by Elsevier Inc. All rights reserved.
    Gynecol Oncol. 2014 Aug 27. pii: S0090-8258(14)01283-9. doi: 10.1016/j.ygyno.2014.08.030. [Epub ahead of print]
    Early integration of palliative care facilitates the discontinuation of anticancer treatment in women with advanced breast or gynecologic cancers.
    Rugno FC1, Paiva BS2, Paiva CE3.
    Author information
    • 1Palliative Care Unit, Barretos Cancer Hospital, Pio XII Foundation, Barretos, SP, Brazil; Health-Related Quality of Life Research Group (GPQual), Barretos Cancer Hospital, Pio XII Foundation, Barretos, SP, Brazil.
    • 2Health-Related Quality of Life Research Group (GPQual), Barretos Cancer Hospital, Pio XII Foundation, Barretos, SP, Brazil; Center for Research Support, NAP, Barretos Cancer Hospital, Pio XII Foundation, Barretos, SP, Brazil.
    • 3Health-Related Quality of Life Research Group (GPQual), Barretos Cancer Hospital, Pio XII Foundation, Barretos, SP, Brazil; Center for Research Support, NAP, Barretos Cancer Hospital, Pio XII Foundation, Barretos, SP, Brazil; Department of Clinical Oncology and Graduate Program, Barretos Cancer Hospital, Pio XII Foundation, Barretos, SP, Brazil. Electronic address: caredupai@gmail.com.
    Abstract
    OBJECTIVES:
    To evaluate some health indicators in women with advanced breast or gynecological cancers (ABGCs) after discontinuation of active cancer treatment in function of the model of care received.
    METHODS:
    This prospective study included patients who were discontinuing anticancer treatment to be followed up only with palliative care (PC). Patients who had been evaluated at least once in PC were categorized as the integrated care model (ICM); those who had not been consulted by the PC team before, as the traditional care model (TCM). Data were analyzed using chi-square, Mann-Whitney, Kaplan-Meier, and Cox regression model.
    RESULTS:
    Among the 87 patients included in the study, 37 (42.5%) had been previously evaluated by the PC team (ICM). Patients who were followed up under an ICM exhibited better QoL (global health, p=0.02; emotional functioning, p=0.03; social functioning, p=0.01; insomnia, p=0.02) and less depression (p=0.01). The communication process was not adequate for 27% of the patients followed up in a TCM and for 58% of those under the ICM (p=0.004). Patients who were not previously evaluated in PC received more chemotherapy in the last 6weeks of life compared to those who had already been evaluated (40% versus 5.9%, p=0.001). Early evaluation in PC was one of the independent prognostic factors of overall survival.
    CONCLUSION:
    When followed up concurrently by a PC and clinical oncology team, patients reported better QoL and less depression, received less chemotherapy within the last 6weeks of life and survived longer than those followed up under a TCM.
    Copyright © 2014. Published by Elsevier Inc.

    1. Ciao Isa, è vero che non bisogna generalizzare.
      Qui non si punta il dito verso nessuno. Conosco molti (moltissimi) medici, ricercatori dalla mente aperta.
      Così come ne conosco tanti che semplicemente “eseguono”.
      E’ scritto tutto, come dici tu, non ci inventiamo niente. Solo che…la situazione è sempre la stessa.

      Io consiglio di guardare questo video (fino alla fine quando parla il Prof. Berrino).
      Grazie

      http://www.dailymotion.com/video/x1k4gq3_alimentazione-e-tumori-video-shock-le-iene_lifestyle

  10. siamo pero’ la minoranza .comunque ognuno ha quello che vuole

  11. grazie Italo per stimolare le coscienze, allargare gli orizzonti, avere consapevolezza delle cose, mettere in discussione l’ovvio serve alle persone a renderle meno paurose, la paura è veramente una brutta bestia, ti immobilizza ingarbuglia e contorce la mente. A proposito della medicina tradizionale tanto di cappello a tutte le persone che si prodigano e impegnano rispettando anche le scelte di coloro che vanno in altre direzioni, la mia famiglia (io mia moglie e mie due bambini piccoli) è ormai da parecchi anni che evitiamo i farmaci, e ti assiro che ci ammaliamo come tutte le persone del mondo, quello che ci rende liberi, credo dipenda dalla tranquillità con cui affrontiamo anche le situazioni più complesse, la conoscenza ha allontanato la paura e chiarito la direzione da prendere.
    grazie di cuore

  12. Non ho mai creduto alle coincidenze, ma di fatto è come se vedessi un sincronismo nelle varie cose che accadono, e specie se si ripetono capisco che sono state generate dallo stesso livello di pensieri spesso inconsci. Ultimamente l’oponopono è come se fosse una specie di illuminazione, perchè non sempre si riesce a capire che cosa ha fatto nascere una determinata convinzione che purtroppo di fatto crea effetti limitanti.

  13. Dopo aver letto dei libri di Yoga, che mio padre usa come tecnica, ho constatato delle cose interressanti e cioe’ in particolare l’energia del corpo umano!!! Mi sono sempre chiesta che cosa succede a questa energia quando il corpo muore!!! Dato che sono un’ingegnere e lavoro tanto con la logica della matematica e fisica, questa era la mia principale domanda!!! Da quello che sto’ leggendo sul vostro sito avete delle risposte abbastanza esaustive!!! E questo cervello quantico di cui parlate lo colloco come l’anima della persona! Il cervello e’ la parte razionale ma che senza un legame con il cervello quantico non puo’ progredire! Io penso che volere e’ potere! Come penso pure che nella cura del cancro non basta solo la medicina, ma serve tanto la volonta’ e la forza della persona! Infatti sto’ vedendo sempre di piu’ usare terapie alternative omeopatiche con molta piu’ frequenza ultimamente! In famiglia ho 4 medici e anche loro che applicano la medicina tradizionale con farmaci, alle mie domande e conclusioni sono all’80% d’accordo con me! I farmaci non aiutano sempre il corpo umano nel risanamento se non c’e’ pure tanta forza di volonta’! Ho visto persone terminali, date dai medici per spacciate, riuscire a sconfiggere la malattia e si e’ urlato al miracolo! Ma gli esseri viventi (noi compresi) sono miracoli. Noi siamo capaci di fare miracoli solo che ancora non ce ne rendiamo conto siamo troppo presi nella corsa al denaro e all’egoismo! Saluti Saby!

  14. Condivido pienamente tutti gli articoli sopra descritti ed il fatto che ci siano molte persone che si stanno avvicinando a queste verità mi dà forza e fiducia!!!
    Grazie

  15. Ciao Italo, da circa venti anni, sono ricercatore studioso e praticante dell ‘ Energia.
    Tutto quello che Tu metti a conoscenza di Tutti (in modo chiaro e toccante, perchè alimenti la speranza di molti) è grande VERITA’ che è bene si ritorni a praticare nella vita quotidiana.

    E’ necessario avere sapere e conoscenza di se stessi, allora si scopre la bellezza della Vita.

    a presto, Marco Vinicio

  16. Nel 1976 ho presentato al I° Congresso Mondiale dell’Altra Medicina leggasi Medicina Alternativa il Mio Metodo Sistema Prodotti per curare dal Raffreddore al Cancro, questo era il Mio slogan . Il Prof. Carlo Sirtori Responsabile dell’OMS sez. .Europea. dopo due gg indisse un convegno dei massimi esponenti. Mondiali-a-Londra Mi disse di aspettarlo… Al ritorno mi prese sotto-braccio nei corridoi del Palazzo dei Congressi e: mi disse “Silvano devi vivere.!.! Tu sei troppo importante per la scienza-umanitaria. Per cui non dire nulla e non fare-nulla. Poiché l’umanità ha bisogno di crescere — fra 50anni il tuo metodo-sistema-prodotti. verrà accettato. “Ora.? No.!” Per cui startene zitto e non fare nulla. ! Io nonostante ciò. continuai a lavorare ed agire a curare i Tumori ma anche chi aveva le ginocchia rotte con i tendini operati due volte che camminava in stampelle che dopo sei mesi è ritornato a giocare a palla a volo. Donne sterili o con mezzo utero che hanno avuto figli.. Ma poi l’ACLI*Mafia mi hanno distrutto . La Fabbrica in Francia ai Russi il resto a dei delinquenti ACLI Italiani nella Mafia c’erano e ci sono: Avvocati-Magistrati-Costruttori Dirigenti ACLI Vescovi etc etc.. Il resto non lo posso dire ma lo lascio immaginare. a Voi “Dico solo per inciso che i Vangeli di Marco e Matteo nell’ultima parte sono stati modificati dai Nuovi-Ebrei leggasi Cristiani..!? Che i Geroglifici sono stai scappellati in Egitto per dire che … il Dio Sole non esiste Ma… !? Tuot-Anhk-Amon è risorto Dirò anche che i Neodiani negli anni ’70-’72 di cui facevo parte, scoprirono che in una zona dell’India occidentale , Ora Pakhistan c’era una cappella con il Nome di Maria Forse era la Maddalena..!? ? la-lo pubblicammo sul nostro giornalino dicendo il Luogo. Dopo ritornammo successivamente non c’era più neanche una PIETRA..!? CHI L’HA ROVINATA? Chi ha scalpellato i Geroglifici. Chi ha gettato la stele di Rosetta in Mare? Sperando che nessuno la ritrovasse.. Mai Più .. Lucifero !? Domina oppure.. No!? Silvano Costantini Magaletti

  17. Caro Italo,
    ammiro la tua capacità di spiegare cose abbastanza complicate, in modo assolutamente chiaro e semplice. Sei incisivo, lasci il segno. Un segno positivo!
    Grazie per articoli come questo. Illuminanti! Che hanno un valore incredibile perché sono un super concentrato di informazioni che ti lasciamo “sbarellato” 🙂 in senso buono! Come ricevere uno schiaffo che ti risveglia dal torpore che ti imprigionava!
    Qualcuno potrebbe dire: ma perché lo fa?
    Già perché… Italo meno male che esistono anche le persone come te che usano i propri talenti per migliorare il mondo! E non è per dire!
    E ne approfitto per dirti che, anche se sono ancora lontana dal mio traguardo, anche grazie a te, alle tue parole e a tuoi seminari… mi sono incamminata. Ho trovato una strada e adesso la sto percorrendo. Ci provo, non è detto che sia quella giusta e definitiva, però almeno ci sto provando, “faccio”, agisco. Ed in questo cammino le tue parole sono sempre un importante sostegno.
    Grazie!
    Cristina

  18. ma allora possiamo in certo modo “recuperare il libero arbitrio”…..

  19. Ciao, la notizia sul cancro lo sapevo che la chemio uccide, se poi ci sono anche dei casi spacciati per cancro e le persone muoiono perché si son curati quando bastava assecondare le parole intrappolanti di quei pochi medici. Caso Islanda, l’Italia può fare di meglio, prima mandare a casa l’attuale casta, e qui è dura perché siamo tutti uniti per l’italia che gioca a calcio ma nella sostanza ci facciamo dividere facilmente quando serve. Il debito spiega Gabriele Sannino nel suo libro ” i segreti del debito pubblico” è il concetto di” debito detestabile ” e perché lo sia ha 3 condizioni essenziali per esserlo e quindi non pagarlo. 1 che i cittadini non siano a conoscenza dei meccanismi che hannpo portato a indebitamento. 2 che i creditori fossero a conoscenza ma si sono disinteressati di ciò. 3 che i prestiti non siano serviti per il benessere della collettività. Questo metodo gli stati lo usano per non pagare i debiti di guerra. pochi lo sanno.

  20. Siete molto interessanti ed interessati alla scienza in tutte le sue forme, pertanto sono convinto di porvi un quesito dal quale ricevere varie ed immancabili ed innegabili, curiose e interessantissime risposte:

    “Entro il 2100, tutti ,saremo abilitati o adattati ad un innovativo sistema di acquisire CULTURA……………
    attraverso un sistema bio-fisico potremo collegare ai ns/ rispettivi contatti installati all’interno
    della nostra corteccia cerebrale, avranno un punto di collegamento esterno al quale verrà inserita una innovativa e particolare ” CHIAVETTA” , traslando tutte le informazioni da un cervello all’altro. Così tu studi per me, lui per lei, l’altro per lui e lei, esso per sé, eccetera eccetera.
    Chiaramente si cercheranno i CONTATTI dei super Dotti ogniscienti (fors’anche veggenti)
    Cosa ne pensate, ragazzi? Ciao a tutti da Salvatore di Viadagola. oggi, 17/02/2014.

  21. Leggere queste cose mi infonde sempre piu' fiducia. L'umanita' si sta evolvendo e noi possiamo essere i protagonisti di questo cambiamento epocale. Grazie Italo per le tue informazioni! La linea dell' orizzonte si fa sempre piu' lontana!

  22. Avendo avuto a che fare con il mondo medico sin da piccolo, da paziente, ho potuto scoprire molte delle menzogne delle cause farmaceutiche, menzongne nelle quali cascano anche molti medici in buona fede.Ho potuto anche sperimentare il potere della mia mente su me stesso.Credo in queste cose perchè le ho sperimentatea anche se non è facile trasmetterle poichè veniamo cresciuti con l'idea che non siano vere.E' come dire ad uno che vive in Africa che esiste la neve, come potrebbe crederci?Ma noi stiamo qui per poter portare queste visioni alternative e queste realtà poco conosciute a più persone possibili…impegnandoci "più che possiamo"

  23. Graziano, trovateli questi insegnanti che ti aiutino a formarti delle competenze, cercali e troverai, oppure vuol dire che ti devi spostare e cercarli altrove.Non sei un albero che non si può spostare tu sei un uomo!Non sei una sedia che deve venire qualcuno a spostarti!forza!

  24. questo già lo sapevo: la mente crea. Ma come fai a pensare positivo quando tua madre ti è contro perché non lavori, non lavori perché non ha competenze, non hai competenze perché nessuno vuole insegnarti.

  25. Ciao Italo Grazie di tutto cio che dai perche mi ha fatto crescere abbastanza in tutti sensi perto ti volevo dire che il mio ruolo e responsabile gruppo oppure in inglese Team Leader .
    Tuttavia ti comunico che il mio lavoro consiste nel far crescere le persone sempre riguarda il settore di telemarketing ed mi sono stato in aiuto vari corsi ma sopratutto quello subito da te di AUTOSTIMA .
    Una domanda che avevo da fare e` ,oltre Autostima cosa mi puo essere altro in aiuto siccome i mie venditori utilizzando le tecniche come AIDA,SPIN,CRISS, non sono stanchi mi chiedono se ci sono altre tecniche che le possiamo utilizzare provo ogni gg .

  26. a Manuela. Quale partito votare? sicuramente NO a quelli che ci impongono il rigore con la scusa che siamo sull’orlo della catastrofe e poi si scopre che i nostri soldi sono stati spesi per aiutare le banche e nemmeno ai partiti che ci voglio controllare i conti bancari, perchè a loro dire così combattono l’evasione e i loro conti? e i loro imbrogli? senza vergogna!!!!!!!!! VOTIAMO PER LA LIBERTA’ E PER L’ITALIA e per gli ITALIANI. CIAO.

  27. L’immagine di come possa il DNA emettere energia ha reso molto reale e palpabile qualcosa che potevo credere fosse una mio modo di concepire le cose ma comunque espresso più sulla base di stimoli sentimenti idee convinzioni, qualcosa che invece in questi termini assume una forma più concreta e decisamente meno opinabile.
    Sarà una sensazione che lascia il tempo che trova ma mi sento come se avessi scoperto un “che” in più che alleggerisce e mi dà sollievo…lo leggerò più spesso!

  28. quello dell ISLANDA è un esempio che mi aveva già fatto riflettere noi potremmo fare lo stesso?????? se si quale partito và votato quale di questi ha preso le parti dell ISLANDA io non lo so ditemelo voi almeno mi chiarisco le idee forse GRILLO APROPOSITO STASERA 19 FEBBRAIO èA MILANO in PIAZZA DUOMO ALLE 18 ciao italo e grazie x questi 7 punti da sapere sopratutto in questo perodo di elezioni !!!!!!!!!!!!!non ci rendiamo conto che con Per me queste elezioni ci giochiamo il ns FUTURO !!!!!!

  29. un commento in due parti, su Montagner e sulla chemio:
    1) stranamente non sapevo dell’esperimento (un grande grazie per la diffusione, mi era sfuggita la cosa, che però, attenzione! presentata così, mi è subito apparsa come bufala: è fondamentale NON OMETTERE che nell’acqua ricettiva siano presenti anche le molecole di base con cui gli aminoacidi si possono “allineare e sintonizzare”. Altrimenti da ossigeno e idrogeno E BASTA, chi dovesse dire che si riescono ad inventare atomi nuovi, scivolerebbe immediatamente tra i cialtroni con le ovvie conseguenze screditanti.
    pensiamo come sia difficile fare anche solo il carbonio un pezzo alla volta (e un pò di vinavil!)

    Per intervento divino tutto può accadere, ma in un freddo (o tiepido 🙂 ) laboratorio scientifico dove tutto deve essere per definizione “ripetibile da chiunque nelle stesse condizioni” quindi serve contemporaneamente sia l’eresia per tentare nuove vie che la concretezza di restare sulla terra.

    2) chemio: un figlio guarito dalla leucemia e io stesso da un tumore. 20 anni di vegetarianesimo alle spalle e vasto uso di rimedi naturali, prima durante e dopo.
    ma ovviamente ciò che ammala il corpo possono essere cose che derivano in primis dall’anima e poi magari anche dall’ambiente, geopatie, inquinamenti ed esposizioni, tutto fa brodo…oops… karma). ho visto un bimbo fritto dalla radioterapia (=1000 TAC, una TAC=1000 radiografie), dopo che trapianto di midollo e chemio non generavano reazioni, guarito (appena prima di andare in fumo) grazie ad un semplice antibiotico , era un virus intestinale, e la chemio stava sempre piu indebolendo il sistema immunitario. gli altri 3/4 invece ci guariscono.
    Placebo+nocebo, convinzioni limitanti, irretimenti, karma pregresso nostro e di altri…. tutto genera una maglia di effetti-cause meravigliosamente complessa… tutti coloro che scrivono con la ricettina dimostrano che siamo tutti in strada, chi qui, chi là..
    La chemio ammazza tutto, tranne l’uomo per un soffio… è il baratro chimico dal quale ci si dovrebbe ritrarre piu consapevoli, magari un po malconci, ma migliori; ma anche l’eroina, una caduta dalla montagna o un grave incidente d’auto non fanno differenza.
    Come diceva Lao-Tze: quello che il bruco chiama fine del mondo, tutto il resto del mondo chiama farfalla….
    un abbraccio.

  30. Ciao Italo, dopo aver conosciuto il vero Edison nel 4 podcast, mi sono messo a fare una piccola ricerca su uno dei padri dello sviluppo personale Napoleon Hill e guarda un po’ da chi si è ispirato: http://it.wikipedia.org/wiki/Napoleon_Hill#Vita_e_opere

    si passa da Edison a Stalin a Andrew Carnegie e John D Rockefeller soprannominati Robber Barons.

    Mi sa che è meglio verificare anche gli altri… e vediamo se è il caso di stravolgere il settore dello sviluppo personale, perchè se è su questi personaggi da cui trae il successo…

  31. GRANDE ITALO

    Immagina se in televisione, in prima serata, invece dei programmi spazzatura,
    si parlerebbe… delle 7 cose che è meglio sapere.

    Non sarebbe l’inizio di una nuova era?

    1. D’accordissimo con te.
      Qualcosa di interessante si fa ogni tanto, ma spesso è relegato in angoli bui dei palinsesti.
      (in ogni caso si può spegnere la tv e leggere un buon libro volendo)

      Grazie Leo

  32. GRANDE ITALO

    Immagina se in televisione, in prima serata, invece dei programmi spazzatura,
    si parlerebbe delle 7 cose che è meglio sapere.

    NON SAREBBE UN MONDO MIGLIORE?

  33. Lavoro da 23 anni in un istitutto di ricerca in oncologia al sud,ed ogni giorno vedo pazienti che grazie anche alla chemio sono tornati a vivere,guariti!!!!Con questo voglio solo dire che non bisogna fare di “tutt’erba un fascio”ma distinguere in base alla patologia;infatti ci sono alcune patologie oncologiche associate a ben specifiche situazioni clinche che sono risolte con i chemioterapici,vedi alcune leucemie,linfomi ecc. altre in cui non si ha nessun beneficio ma per varie motivazioni.Sicuramente i medici coscienziosi,sgangiati da ogni logica di profitto sanno indirizzare al meglio il paziente salvaguardandolo nel percorso terapeutico!!!Ovviamente parliamo di patologie in cui la prognosi è legata a moltissimi fattori(Età,sesso,tempo di esordio ecc)e di cui bisogna tener conto,per cui la chemio quando ci vuole,affidare la propria salute nelle mani giuste ed avere la massima compliace nelle cure proposte.

    1. Ciao Franco, speravo arrivasse un commento di questo tipo, quindi grazie.

      Non bisogna fare di tutta l’erba un fascio, cerco di ripeterlo fino allo sfinimento.
      Nè per quanto riguarda i medici (basti pensare a quanti fra medici e infermieri fanno il loro lavoro con grande vocazione) nè per quanto riguarda la medicina ufficiale (pensiamo ai salvavita, agli interventi chirurgici ecc).

      Quello che cerchiamo di fare è semplicemente allargare gli orizzonti.
      Così come ci sono medici che svolgono con il loro servizio grande beneficio all’umanità, ce ne sono altri retrogradi, fermi al medioevo e, soprattutto, con scarsa sensibilità sia del punto emotivo del paziente sia di ciò che le loro parole possono provocare (te lo dico per esperienza diretta di un caso a me molto, molto, molto vicino).

      Sono quindi d’accordo con te sul non fare di tutta l’erba un fascio, ti ringrazio per il lavoro che svolgi, sicuramente con grande coscienza, e cerchiamo, tutti insieme, semplicemente di allargare gli orizzonti ed avere più scelta. Credo sia la cosa migliore per tutti.

      Grazie Franco

      1. Grazie a te Italo.Un piccolo appunto sulla sensibilità degli operatori sanitari,qui si aprirebbe un capitolo che non basterebbe questo spazio x parlarne.Infatti la sensibilità di un sanitario”cambia il decorso della malattia”!!!!Lo vorrei gridare a gran voce a chi lavora nellla sanità xchè comunicare una diagnosi ad un paziente in un certo modo significa che in quel momento stiamo cambiando la sua vita,stiamo cambiando il suo status sociale,familiare,stiamo cambiando tutte le sue aspettative e le aspettative di chi gli sta intorno!!!!Attenzione dunque a quello che si dice,attenzione al non detto,alla mimica,alla postura,xchè stiamo comunicando con tutto noi stessi e il paziente se ne accorge ed è in questo momento che lui deve sentirsi sicuro,accolto,avere un punto di riferimento in un momento di intensa angoscia e paura infinita.Si potrebbe parlare per ore e tenerci su una lezione,cmq spero che il tuo caso si sia risolto nel miglior modo possibile e che questo mio scritto dia fiducia e speranza e faccia capire, a chi si trova nella malattia, che in giro ci sono persone formate e competenti che svolgono il loro lavoro con la massima professionalità nel pieno rispetto dell’uomo in stato di necessità.Buona vita a tutti!!!

  34. Mio papà è morto di cancro ed io stavo per fare la stessa fine,mi ha salvato la vita un musicista, si sembra buffo un musicista che ha dovuto improvvisarsi medico per potersi salvare la vita.Si chiama Maurizio, è di Ivrea e ha fatto una scoperta eccezionale, solo che non essendo medico cercano di mettergli i bastoni tra le ruote, ma io so che il suo metodo funziona, perchè l’ho provato sulla mia pelle.

    1. Potresti parlarci di questo metodo Simone, non per affidarsi a Maurizio ovviamente, ma almeno per avere un altro punto di vista.
      Grazie per la tua testimonianza reale

      1. Ciao Italo,

        guarda il sito di Maurizio è molto interessante:www.occlusionegravità.it

  35. ..”Grazie di Tutto Cuore”, Riccardo!!

    Comprendo Bene e Vivo da diversi anni Quel che Tu Vivi…A testimonianza che la Vera Conoscenza è Assolutamente “Impagabile”…Tutto il resto è “sapere aggiunto” e che il Cielo, per Sua Illimitata Bontà, ci fa incontrare sul Sentiero!

    ..”Grazie di Tutto Cuore”, Italo….Per Tutto Quel che condividi con Noi, Fratelli e “Sconosciuti” al tempo stesso, e che grazie al Tuo Amore Qui ci ritroviamo…di tanto in tanto!

    ..”Grazie di Tutto Cuore”, Sconfinato Universo che Tutti ci ospiti e Tutti ci attraversi al solo scopo di “Raccoglierci” dai Quattro Angoli della Nostra Amata Madre Terra!

    ..”Grazie di Tutto Cuore”, Epoca Privilegiata dall’Incontro Illuminato dei “Diversi Saperi” per aver scelto anche Noi a Testimonianza della Grandezza della Vera e Sconfinata Vita!

    ..E “Grazie di Tutto Cuore” a chi avrà prestato Attenzione a Queste Parole…Shalom!

    Erika

  36. Grazie Italo! Ogni volta che ricevo e leggo le mail ho uno spunto in più di riflessione ed un’occasione per arricchire la mia conoscenza sugli argomenti che ci proponi. No Tav convinta, come tante persone nella mia valle, cerco di aprire occhi e mente in modo consapevole rispetto a tutto ciò che alcuni media vogliono propinarci, credendoci incapaci di pensiero critico e costruttivo. Grazie perciò con tutto il cuore!

    1. Grazie a te Flavia, senza questo scambio costruttivo di idee scrivere non avrebbe senso.

  37. grazie Italo,certo continuo a studiare, anche se 18 anni di studi non sono pochi, ti posso dire che c’è un mondo che purtroppo pochi conoscono, il dott. Calligaris,ha scritto molto in merito a questo,ancora prima di Hammer, peccato che, ci sono in commercio solo 5 libri e gli altri sono custoditi a quanto pare dalle biblioteche vaticane. Forse su questo argomento ci sono forse troppi interessi economici?

    1. Ciao Pina, credo sia una delle poche soluzioni disponibili.
      La coscienza non manca. Le idee per far leggere questi tipi di libri neanche.
      Forse conviene lasciare la gente nell’ignoranza (ovviamente nel pieno significato della parola, ignorare)

  38. A te Pina. Faccio del mio, solo insieme al vostro, che come mi piace osservare non manca mai, allora si potremo farlo. Insieme.

  39. Vero Bartolo? Loro non lo faranno mai, ma magari se "da questa parte" troveranno qualcuno che gli dice "ehi, non dormiamo mica sull'albero della cuccagna.." allora, forse..

  40. ..aprire gli occhi e scegliere cosa vedere…mi piace questa definizione.
    Grazie

  41. E' uno dei modi possibili di prevenzione Matteo. Concordo. Grazie

  42. Ciao Aldo, vero, avrei dovuto scrivere 1793 cose che è meglio sapere. Nel tempo continuerò a dire le mie, voi le vostre (come in tutti questi commenti). Conoscere, come tu mi insegni, offre alternative e solo avendo delle alternative si può diventare liberi. Liberi di scegliere (che è una delle libertà più grandi di ogni uomo). Grazie Aldo

  43. Paradossi del nostro tempo Salvatore vero? Doppio business, prima ti dico come ammalarti e poi come guarire… Non so, non sono abituato a vedere il male in ogni cosa, ma ogni tanto il ragionevole dubbio mi viene. Grazie Salvatore

  44. Vero Graziana, bisogna pensare alle alternative, alle soluzioni. Ma siamo qui per questo. Grazie

  45. Ciao Italo,
    mi è piaciuto quanto hai scritto, ed è tutto verissimo.
    Io ti posso solo dire che ho iniziato a percepire le cose in modo diverso da quando mi sono messo in contatto con Dio, attraverso la partecipazione ad una scuola di preghiera (gratuita) dove per 5 settimane, 1 ora ogni sera un frate dominicano ci ha INSEGNATO come si prega.
    I primi 30 min. teoria i successivi pratica,in assoluto silenzio in chiesa: un’esperienza SCONVOLGENTE, di una bellezza indescrivibile (notare che hopartecipato perchè mi ha portato mia moglie quasi a forza, io non avrei mai partecipato autonomamente).
    Ora OGNI giorno trovo il tempo, (non vedo l’ora), per stare 30 minuti in silenzio con il Signore,(vi giuro è una PERSONA viva) senza dire nulla o recitare le classiche preghiere, e la mia vita sta lentamente cambiando e provo una pace interiore mai sperimentata, vedo le cose anche dall’altra parte e non solo dalla mia oltre che una miriade di belle cose che mi accadono.
    Mi accorgo che conosco cose di cui non ho mai letto nulla e la mia “cultura” si sta arricchendo, non so come spiegare è come se si attivassero delle memorie latenti dentro di me. In una parola un’esperienza bellissima e non costa neanche 1 €.
    P.s. Ho scoperto che quasi tutti quelli che hanno partecipato alla scuola provano all’incirca quello che provo io (parliamo di oltre 50 persone).
    Andate a trovare il Signore, vi sta apettando.
    Un abbraccio a tutti.
    Riccardo

    1. L’esperienza della preghiera, al di là del “chi” si prende come riferimento, è un’esperienza molto profonda.

      Grazie per la tua testimonianza Riccardo

  46. Un grande medico nonchè scienziato, da 35 anni ci ha regalato la più grande scoperta, la nuova medicina germanica con le sue 5 leggi biologiche. Il dott. Hamer è un Uomo meraviglioso, verificate le sue scoperte, è il nuovo Gallileo Gallilei, non aspettiamo 300 anni per cambiare il paradigma e scoprire che è tutto vero quello da Lui scoperto.
    Verificate, studiate informatevi correttamente.
    grazie Italo, per l’informazioni e per il contributo, nel far crescere e risvegliare le persone.
    giovanna

    1. Ieri sera ero in macchina Giovanna e pensavo a questo articolo, ai vostri commenti (succede spesso si, perchè il flusso è continuo per me, non inizia e finisce in una pagina web).

      E sai chi mi veniva in mente? Il dott. Hamer.
      Poi stamattina arrivo qui e leggo il tuo commento.

      Nulla avviene per caso, il flusso è continuo.

      Grazie Giovanna

  47. La conoscenza ci rende liberi e questo deve essere chiaro a tutti quelli che non hanno voglia di sforzarsi per migliorare il loro stato di vita attuale.. Sicuramente specialmente all’inizio, come d’altro canto in ogni cosa, sarà faticoso impegnarsi. A volte anche doloroso sapere la verità, ma probabilmente è l’unica strada per costruire un’ io più forte, solido, imperturbabile. Non farsi domande preclude di non avere risposte dalla vita e la risposte equivalgono al nulla. Nulla, capito cosa intendo? Ci sono alcuni blocchi che ci frenano e non ci fanno evolvere come individui, uno di questi è la paura! Ma paura di cosa? Paura di soffrire? Paura di una delusione? Paura di essere sconfitti, derisi? Quelle stesse paure che ci inchiodano, ci bloccano e non ci permettono di agire. L’azione è fondamentale per uscire dal “guscio”. Solo guardando oltre la paura, possiamo sapere cosa ci aspetta al di là della montagna. Solo alimentando quella piccola torcia di speranza che ci appartiene da sempre, possiamo diventare un faro che illuminerà l’oscurità dell’anima, la strada per noi stessi e gli altri. La strada che ci permetterà di essere finalmente quello che siamo, consapevoli del motivo per cui siamo nati, ma soprattutto per essere veramente liberi “essere”.
    Grazie Italo e spero di poter conoscerti di persona. Un forte abbraccio a te e tutto lo staff. Gianluca

    1. Caro Gianluca,
      mentre leggevo il tuo commento pensavo “ora quoto questa parte” poi continuavo e pensavo “ora quoto questa” e poi ancora “ora quoto questa”…

      Non mi rimane che inquadrettarlo e quotarlo in toto. Hai espresso dei concetti profondi, delle dinamiche che ognuno di noi si trova ad affrontare. Ci farei sopra un articolo ad hoc.

      Grazie per il tuo prezioso contributo.
      Ricambio (e ricambiamo) l’affetto e l’abbraccio.

      Italo

  48. GRAZIE!!!!!
    grazie per tutte le informazioni che ci invii sia scritte che mentali….
    però, vorrei fare qualcosa per migliorare la vita del mio paese e di tutti noi, cosa posso fare?
    ciao
    elisabetta

    1. Mi piace molto questa domanda Elisabetta: cosa posso fare per migliorare la vita di questo paese?

      La prima già la stai facendo, aumentare la tua consapevolezza, allargare gli orizzonti.

      La seconda è incuriosire altre persone. Uno alla volta, ce la facciamo.

      Grazie per quello che stai facendo Elisabetta.
      Avanti tutta.

  49. Solo grazie,
    volevo scrivere un commento ma mi devo reiscrivere a facebook e non voglio.
    Ho avuto anche io un’esperienza di “morte presunta” e come il professor Eben Alexander confermo di aver visto e percepito persone e situazioni che mi si sarebbero presentate nella mia vita futura.
    Un abbraccio a tutti

    1. Ciao Renata, no, non c’è bisogno di scriversi a facebook, c’è la possibilità doppia, si può commentare via facebook o tramite il blog, come hai fatto tu.

      Sarebbe bello ci raccontassi qualche dettaglio in più della tua esperienza.

      Grazie Renata
      Italo

  50. Grazie Italo e un abbraccio! Maria

    1. A te Maria, un abbraccio
      Italo

  51. Da tempo uso integratori x prevenire più che curare malanni e cali di forma psicofisica! Lo avete menzionato anche voi Montegne è una frase sua " un giorno tra 50 o 60 anni cureremo malattie ancor prima che si manifestino CON INTEGRATORI "

  52. Grazie,Grazie,Grazie Itallo e non ti stanca maaiiiiiiiiiiiiiiiii!Io vengo dopo Te metter tutto in pratica e mi meraviglio io di me e tutti che mi conoscono si meraviglie di me e vogle potere avere che ho io e mi chiedono di poter dare…Io le do il tuo meraviglioso libro”cambia la vita come vuoi” ma non tutti vogle leggere…oh con quallcuno che e’ caro al mio cuore insisto di scriversi sul tuo site qualche volta mi riesce qualche volta non ma avantiiiiiiiiiii!Itallo con me funziona perche ho letto tantto avanti di incontrarti e ora di quandi ti ho incontrato metter in pratica io e vedo che funziona e con altri le sveglio la curiosita parlando solo in le frase di saggezza e chiudo con la tua meravigliosa frase:C’e’ un modo diverso di vedere le cose!!!Itallo Dio ti benedisce e Tu lo sai….Itallo non ti stanca maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!SEI UNA FORZA PERCHE E’DENTRO DI TE E GRANDE E TRABBOCCA,UN GIORNO MI DESIDERO DI ESSERE COME TE MA PRIMA VORREI INCONTRARTI E ABBRACIARTI CON TUTTOL MIO AFFETTO PERCHE IL TUO SPIRITO E’ UN SPIRITO GRANDE GRANDEEEE E TU LO SAI!!!!!Un abbraccio di cuore!

    1. Cara Adriana, grazie per le tue belle parole.
      Grazie e complimenti perchè stai facendo la cosa giusta nel modo giusto: incuriosire.

      Non possiamo (e non dobbiamo) imporre il nostro modo di pensare agli altri.
      Siamo però in diritto di dargli un’alternativa, perchè scegliere significa libertà.

      Complimenti e grazie di cuore Adriana.
      un abbraccio
      Italo

  53. attenzione alla notizia:

    “Secondo i ricercatori di Montagnier, il Dna emette infatti onde elettromagnetiche a bassa frequenza che si fondono con la struttura delle molecole dell’ acqua.

    Il premio Nobel ha dimostrato che il DNA si può creare dal nulla, utilizzando forme di energia”

    trattiamola con i guanti, a volte il fatto che un’equipe prenda un nobel non significa che nel futuro non possa dire delle fesserie.. servono conferme da altri laboratori

    italo non usarlo come testimonial per il momento, comunque fai come vuoi…

    (ah, a proposito il nulla non esiste, ormai si sa già da anni, ce lo ha insegnato la meccanica quantistica che montagnier, essendo un biologo, forse conosce poco)

    ciao e scusa fiorentino f. (fisico) che ti segue da tempo

    1. Non è Montaigner a dire stupidaggini, ma i giornalisti che nell’ascoltare le sue affermazioni capiscono letteralmente fischi per fiaschi e inoltre fanno i salti mortali per essere i primi a pubblicarle…

      1. Bene Antonio, grazie per il tuo input.

        Personalmente quando pubblico qualcosa cerco sempre di filtrarlo al massimo.
        Ci dici anche la tua?

        Qui per chi volesse un servizio in cui Montagnier spiega tutto:

        http://www.youtube.com/watch?v=NJMOrgyW7m4

        Grazie

        1. Non si tratta di filtrare al massimo, ma di non distorcere, per così dire, le notizie. Ove possibile è bene fornire testi virgolettati, discorsi diretti.

    2. Ciao Fiorentino, grazie per il tuo commento così preciso.

      Sai una cosa? Quando dici: “a volte il fatto che un’equipe prenda un nobel non significa che nel futuro non possa dire delle fesserie” mi trovi completamente d’accordo.

      Così come aggiungerei: il fatto che una persona abbia conseguito un Nobel non fa di lui un genio, può darsi gli sia stato assegnato per scoperte che vanno solo nella direzione di chi ha piacere che vadano in una certa direzione…

      C’è un però (ed è il però per il quale ho utilizzato Montagnier come esempio). Come tu mi insegni l’autorevolezza della fonte fa in modo che nella nostra testa l’informazione raggiunga alti livelli di veridicità.

      Per questo motivo, generalizzando, la gente prende per vero tutto quello che dicono le fonti “autorevoli” (media in generale..l’ha detto il telegiornale oh!)

      Conosciamo bene questo processo, diciamo che per una volta che una fonte autorevole va nella direzione che sosteniamo da anni..me la sono giocata a nostro favore.

      Ma sono d’accordo con te.
      Grazie Fiorentino

  54. attenzione alla notizia:

    “Secondo i ricercatori di Montagnier, il Dna emette infatti onde elettromagnetiche a bassa frequenza che si fondono con la struttura delle molecole dell’ acqua.

    Il premio Nobel ha dimostrato che il DNA si può creare dal nulla, utilizzando forme di energia”

    trattiamola con i guanti, a volte il fatto che un’equipe prenda un nobel non significa che nel futuro non possa dire delle cazzate.. servono conferme da altri laboratori

    italo non usarlo come testimonial per il momento, comunque fai come vuoi…

    (ah, a proposito il nulla non esiste, ormai si sa già da anni, ce lo ha insegnato la meccanica quantistica che montagnier, essendo un biologo, forse conosce poco)

    ciao e scusa fiorentino f. (fisico) che ti segue da tempo

  55. Maria Raffaella Pisanu dice: Rispondi

    È effettivamente così. C'è un modo diverso di vedere le cose, ci si deve solo rendere conto che basta aprire gli occhi per scegliere cosa vedere.

  56. Grazie Italo di tutte queste notizie, non sonio alro che ulteriori conferme di quello che penso. Ciao

    1. Grazie Anna, diffondiamo. Insieme

  57. ciao Italo, ciao a tutti. ti sostengo e ti ringrazio per divulgare “l’altra faccia” delle verità che ci propinano, in tutti i campi. una domanda: come si fà a contrastare la cattiveria di chi ti stà accanto, la falsità che devi subire ogni giorno, magari al lavoro, magari essere tradito da chi credevi esserti amico, dover ingoiare offese e bugie magari per non perdere un misero lavoro che però ti permette di mangiare? Credimi, vorrei tanto uscire dal ‘sistema’, trovare un’altra opportunità. Di sicuro sosterrò chi è deciso a cambiare tutto questo su larga scala. Il problema resta per me, sulla mia piccola, piccolissima scala. Mi sento schiava del sistema. Un aiuto. Grazie: Ciao a tutti.Adriana

    1. Ciao Adriana, bella questa domanda.
      Ognuno interagisce con il suo piccolo sistema.
      Come si fa? Generalizzare è un problema, andare a fondo non si può (dovrei conoscere dettagli che non conosco). Posso però dirti come ho fatto io, magari può darti qualche idea.

      Mi sono ritrovato nelle tue stesse condizioni, per una serie di motivi all’età dall’età di 19 anni fino ai miei 29. 10 anni non sono pochi. 10 anni a sopportare una vita che non era all’altezza delle mie aspettative. Ci sono due cose che mi hanno permesso di cambiare il mio microsistema:

      1) Sapere, nell’intimo, che qualcosa sarebbe successo (malgrado i momenti bui e di poca fiducia)

      2) Cercare, mentre vivevo quella esperienza, delle alternative che prima o poi mi avrebbero permesso di…

      A volte il processo è lungo e impegnativo, ma sicuramente meno lungo e impegnativo che sopportare un’intera vita al di sotto delle tue aspettative.

      Ti auguro di trovare e vivere il meglio per te e, se è questo l’atteggiamento, non ho dubbi che accadrà.

      Un grosso più che puoi da parte mia per tutto Adriana.
      Grazie
      Italo

  58. rispondo a max, certo hai ragione, quando c’è veramente bisogno, si deve ricorrere ai farmaci, ma è di essenziale importanza la consapevolezza del perchè è arrivata quella malattia, perchè nella consapevolezza c’è la guarigione, la malattia è al 99% un messaggio dell’inconscio, però dipende anche da tanti fattori, ci sono bambini malati e quelli sono altri fattori ancora. Caro Max, continua a seguire la terapia,ma cerca anche di capire cosa si è nascosto dentro per almeno 20 anni della tua vita.Scusami se mi sono intromessa e senza conoscerti ho la presunzione di darti qualche consiglio,, mi è venuto dalcuore. Ciao.

    1. …quoto al 100% Pina.
      Continua a fare la terapia e intanto cerca di scoprire..
      Sono contento che ci sia questo equilibrio nei vostri commenti. Non è scontato e a voi il mio applauso personale per il valore che aggiungete.

      Grazie ancora Pina

  59. Il movimento 5 Stelle fa la stessa cosa in Italia… Chissà che non si faccia il botto anche in Italia divenendo come l’Islanda…..

  60. Grazie per qs preziose informazioni,sono interessanti e va fatta una riflessione sul mondo in cui viviamo ,sui poteri forti che ci dominano,bisogna svegliarsi,aprire gli occhi e la mente, diffondere qs messaggi,poi ognuno e’il ero di fare cio’che crede e di curarsi nel modo tradizionale o diversamente con cure alternative. Certo capisco che quando si è’ coinvolti ,si fa fatica a prendere decisioni che vanno in una direzione contraria a ciò’ che ti dice il luminare di turno! Grazie ,ancora grazie per le tue pubblicazioni!

    1. “il luminare di turno..” esattamente Anna. Qui preferisco rispondere più giù (ho letto già un commento dell’amico Fiorentino molto interessante).

      Grazie Anna

  61. Daniela Stradaioli dice: Rispondi

    Paganini non ripete…Avevo scritto un commento ma tutte le pappardelle sopra non compilate hanno fatto sì che fraccando il botton (invia il commento )sparisse tutto e allora se non va ancora pazienza …..ma troverò il modo per dire che questo sistema ostacola anche le migliori intenzioni??????come captchaka o come si scrive?

  62. buon giorno , italo le info che leggo sono davvero importanti e possono fare la differenza , credo pero che ci sia qualcosa che non torna a proposito della chemio , scrivo avendo esperienza diretta e so che quando la malattia ti attacca il mondo ti crolla di botto , non hai piu certezze , quello che fino al giorno prima era scontato se ne va a farsi benedire , e cosi ti trovi a scegliere , cosa ? di trovare come poter continuare a vivere , o meglio tornare alla vita che facevi , ti rivolgi alla medicina che conosci e ti affidi , ti aggrappi , cosa succede quindi ? Che farai un protocollo che può funzionare come nel caso di cui scrivo oppure no , quindi che affermare che la chemio sia sempre negativa non sia corretto , oggi milioni di persone vivono grazie a questi passaggi , certo e anche busines , ma oggi cosa non e business ? montagne dimostra una cosa , manca tutto il resto per farsi che segua la guarigione , un conto eil principio un altro conto e arrivare ad avere la soluzione/guarigione . comunque la strada intrapresa può essere eccezionale molte volte si e approcciata ma i risultati sono stati poco efficaci , quindi vedremo , buona giornata per tutti .

    1. Ciao Max, trovo il tuo intervento molto equilibrato, complimenti.

      Mi trovi assolutamente d’accordo con tutto, quando sei lì che ci stai passando che fai? Ti aggrappi a ciò che conosci. Forse, il problema, è che non conosci tutto (per questo non puoi scegliere molto, diventa una scelta obbligata).

      Una cosa che ritengo fondamentale è questa: non si tratta di attacchi indiscriminati verso i farmaci, la medicina, i dottori ecc. ecc. ecc.

      Ci sono i farmaci salvavita, che vogliamo dirgli? Ci sono medici che salvano le vite di tante persone ogni giorno con gli interventi chirurgici, che vogliamo dirgli? Solo grazie possiamo dirgli, grazie.

      E’ solo che c’è un modo diverso e, se ne fossimo più consapevoli e prevenissimo, forse avremo più scelta (come diceva prima Pina).

      Grazie per il tuo intervento Max, è stato molto utile per dare equilibrio al tutto.
      Complimenti

  63. Caro Italo, ormai troppe verità, o meglio assurdità, sono venute a galla. Ne hai elencate alcune.

    La cosa più spaventosa è che lo Stato stesso sfrutta spudoratamente i suoi cittadini”. E non mi riferisco alle tasse che si sa, servono a soddisfare l’avidità insaziabile dei banchieri, ma anche ad altre contraddizioni del sistema:

    1) Sul pacchetto di sigarette lo stato scrive “Il fumo uccide”, ma chi mette in vendita le sigarette è lo stesso Stato che lucra abbondantemente sulla vendita del tabacco!

    2) Lo stato inganna i suoi cittadini col miraggio dei gratta e vinci, ecc. ecc. e investe nella propaganda televisiva per ingannare meglio.

    Mi fermo qui.
    Cordiali saluti

    1. Vero Pasquale, avrei dovuto scrivere le 1739 cose che è meglio sapere.
      Io ho iniziato con le prime 7, voi state mettendo le altre.

      Così si fa.

      Grazie

  64. grazie!! CONTINUATE E CONTINUIAMO COSI’, A DIFFONDERE SEMPRE PIU’ LE NASCOSTE
    VERITA’ IN MODO TALE CHE SEMPRE PIU’ COSCIENZE POSSANO RISVEGLIARSI FINO
    A CAMBIARE RADICALMENTE IL NOSTRO OBSOLETO MODO DI PENSARE E INTERPRETARE LA VITA

    G R A Z I E!!!!!!!!!!!
    Paola

    1. Se ognuno ci mette il suo piccolo sassolino presto costruiremo una montagna.

      Grazie Paola

  65. “Il premio Nobel ha dimostrato che il DNA si può creare dal nulla, utilizzando forme di energia”

    Accidenti che scoperta…e io che ho sempre creduto a quel cretino di Lavoisier e alla sua legge della conservazione della materia….

    1. Probabilmente Montaigner avrà affermato che è possibile ottenere materia organica dall’energia (non ‘dal nulla’: solo DIO ha creato DAL NULLA). Discutibile (come la memoria dell’acqua), ma non necessariamente falso. Bravo Luc!

    2. Chissà perchè la gente ha bisogno di tante conferme..
      Questa è una quindi, pur essendo d’accordo con te, dico che va fatto un applauso e condivisa.

  66. grazie sul serio e come ha scritto Aldo, grazie per la tua collaborazione al risveglio della coscienza colletiva!!!

  67. Il grande business della "cura" del cancro con "ferro, fuoco e veleno" cioè chirurgia, non sempre utile in casi disperati, fuoco: cioè radiazioni massiccie e veleno: il nome non eufemistico della chemioterapia. D'altro canto poco si fa per prevenire il cancro a tavola. Una ricerca mostra come Mac Donalds e Coca Cola spendano miliardi di dollari in pubblicità di prodotti non sani e gli USA stato spendano solo 2 milioni di dollari per pubblicizzare un modo di mangiare più sano …

  68. Ciao Italo e grazie per la tua presa di posizione…..

    Visto l’alto tradimento che anche i politici di casa si stanno preparando a mettere a segno anche per queste elezioni, la parola basta deve essere detta e ridetta fino allo sfinimento.

    Abbiamo creato una classe dirigente, laureata, che credevamo capaci di gestire e proporre soluzioni fantastiche per la nostra vita, e questi cosa facevano??…..si portavano a casa i sacchi dei soldi…..NOSTRI….!!

    1. Conoscenza (consapevolezza) -> soluzioni.

      Credo ci sia ancora bisogno di seminare conoscenza (c’è sempre bisogno) e di iniziare a pensare alle soluzioni. Siamo nel bel mezzo fra le due.
      Ce la facciamo, insieme.

      Grazie Roberto

  69. parole sante Italo!!!! faccio psicosomatica da 18 anni, e ti assicuro, che, anche nel semplice mal di testa, c’è un energia bloccata, per una emozione non vissuta. Hai ragione la vera libertà è la conoscenza, è una frase che la mia docente ripeteva molto spesso. il VERO SIGNIFICATO DI MEDICINA è :VELENO. In questo momento si parla molto, di tagli alla sanità, se avessimo delle menti più aperte tra quelli che ci governano, potremmo risparmiare molto sulla sanità, incominciando a fare prevenzione, ma, prevenzione con una visione più globale dell’essere. ciao, Pina.

    1. Parole sante le tue Pina. Parole di un’esperienza diretta e di riflessioni che condivido al 100%.

      Risvegliamo intanto questa coscienza, prima o poi ce la faremo.
      E’ una promessa che dobbiamo fare noi, tutti insieme.

      Grazie Pina

  70. Grazie per quello che ci invii, la consapevolezza deve aumentare in tutti. A tal proposito ti copio incollo un link di una sociologa americana che ha superbamente fatto esperienza di come il corpo può cambiare la mente e non viceversa. Quindi il SOMA che agisce sulla psiche. Fantastico. Grazie ancora!
    Amy Cuddy: Il vostro linguaggio corporeo determina chi siete | Video …
    http://www.ted.com/…/amy_cuddy_your_body_language_shapes_who_yo...
    Il linguaggio del corpo influenza il modo in cui gli altri ci vedono, ma può anche cambiare il modo di vedere noi stessi. La psicologa sociale Amy Cuddy mostra …

    1. Ciao Lucia, grazie a te per il tuo contributo. Le mie parole sarebbero nulla se poi non ci fosse ogni volta questo scambio di idee.

      TED è un punto di riferimento, guardo spesso anche io.

      Mi permetto di incollare nuovamente il link (quello che hai postato non so perchè non funziona). Eccolo:

      http://www.ted.com/talks/amy_cuddy_your_body_language_shapes_who_you_are.html

      Grazie Lucia.
      Grazie

  71. Avevo già letto e cercato informazioni al riguardo, avendo avuto la mamma che ha fatto diversi cicli di chemioterapia per combattere un tumore all’intestino…
    Alla fine è mancata perchè “nel frattempo” altri due tumori (primari e non metastasi) avevano attecchito. Aveva scelto lei di sottoporsi a questi bombardamenti, ma ho giurato che se dovesse capitare a me MAI E POI MAI subirei trattamenti chemio!
    Una amica ammalata di tumore al seno e dopo aver subito per anni dei cicli pesantissimi di chemio, non mi rivolge più la parola perchè ho osato farle presente questa scoperta!
    Insomma, credo che ognuno debba fare le proprie scelte in assoluta libertà (in tranquillità è difficile se sei ammalato), ma credo che sia doveroso avere informazioni CORRETTE al riguardo!

    1. Ciao Rita, hai detto la cosa giusta.
      Ognuno deve fare le proprie scelte (che vanno rispettate) in assoluta libertà.
      L’unica cosa che siamo in obbligo di fare è fornire conoscenza, altri punti di vista.
      La conoscenza ci rende liberi di scegliere (altrimenti non c’è scelta, diventa obbligata).
      Poi, qualsiasi scelta sia, va rispettata.
      Grazie per la tua testimonianza diretta

  72. Solo 7 Italo?
    So e sappiamo che sono molte di più le verità nascoste deliberatamente e sappiamo anche perché.
    Grazie per la tua collaborazione al risveglio della coscienza collettiva attraverso la conoscenza.
    Attendo, attendiamo gli altri punti della lista…

  73. Le lobby guadagnano miliardi al giorno con le " Cure " per i tumori … perchè dovrebbero risolvere il problema che li mantiene in vita e li rende ricchi ?

  74. in Val di susa stiamo provando a vivere in modo diverso.
    l’incubo del cantier tav, una truffa epocale verso la nazione intera, ci ha uniti.
    davvero facciamo democrazia partecipata, davvero siamo massa critica e ci impegnamo nel sociale, nell’ecologia, nell’aiuto reciproco. Rispettiamo e crediamo in tutti i 7 punti da te superbamente indicati.
    i telegiornali invece vi raccontano che siamo 4 gatti teppisti nemici del progresso. E’ l’esatto opposto, l’esatto opposto.
    un nuovo modo di vivere si può fare.
    NOTAV, si alla vita

    1. Bravo Ricc!! Vi ammiro tantissimo, siete fantastici, stanno cercando di costruire una cosa orribile in uno dei posti più altamente energetici d’Europa, e voi siete degli eroi!!
      Esiste una linea invisibile che collega Mont StMichel in Francia, la Val di Susa – dove dovrebbe esserci una chiesa dedicata all’Arcangelo Michele e Castel Del Monte in Puglia; voi siete in mezzo e lì esiste un chakra importantissimo della Terra, ecco perchè vogliono fare la TAV proprio lì!

      Continuate e resistete!
      Un grande abbraccio
      Gisella

    2. Ciao Ricc, questo significa IO NON CI STO.
      Siete un esempio, siamo tutti con voi.
      Grazie

    3. E se invece che trasportare migliaia di tonnellate di merce con camion polacchi o slavi, con l’inquinamento che ne deriva, si cominciasse a pensare di trasportare le stesse merci con treni molto meno inquinanti? Proviamo a vedere il caso della Svizzera, ad esempio: i camion arrivano al confine, vengono caricati su treni e scaricati al confine di uscita. Pensate a quanto inquinamento si risparmiano!
      Ciao
      Leone

  75. Rosalia Marineo dice: Rispondi

    SEMPLICEMENTE GRAZIE!

  76. HO SEMPRE PENSATO CHE LA CHEMIOTERAPIA DISTRUGGE, D'ALTRA PARTE LA MEDICINA CONVENZIONALE NON TIENE CONTO DEL FATTO CHE SE CI AMMALIAMO E' PERCHE' CI ALIMENTIAMO O VIVIAMO IN MODO CHE IL NOSTRO CORPO NON APPROVA, NON SONO LE MEDICINE CHE RISOLVONO. E' COME UN CONTENITORE CHE PERDE TAPPI DI QUA E PERDE DI LA

    1. concordo pienamente su tutto ed è confortante sapere che finalmente c’è un risveglio delle coscienze rispetto a questi argomenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.