Stavolta la dico tutta

Era una fredda mattina del Dicembre 1995 quando, dopo oltre due anni di addestramento passati in giro per l’Italia, arrivai finalmente al reparto che l’Aeronautica Militare Italiana aveva scelto per me: il 6° Stormo Cacciabombardieri Tornado.

tornadoSebbene quella fosse un’avventura “capitata un po’ per caso” e non corrispondesse a ciò che volevo dalla vita ero comunque eccitato dall’idea che, finalmente, avrei potuto mettere in pratica in modo operativo, ovvero in modo che producesse risultati visibili, quanto studiato negli anni di addestramento.

Scoprì di essere stato assegnato al reparto con la qualifica di “Capo Velivolo”. Non sapevo bene cosa significasse, ma mi suonava bene.
Armato dunque di grande curiosità e voglia di iniziare mi recai, quel lunedì, al mio primo giorno di lavoro operativo.

Ricordo ancora ciò che mi disse uno dei primi superiori che incontrai: sei stato assegnato a “X” (mi disse il nome del mio diretto superiore al quale ero stato assegnato).
Ti mostrerà cosa fare.

Ora dimentica quello che hai studiato, non serve a niente…

Qual è “l’unica cosa” che conta veramente?

Ammetto che ciò che mi disse quel mio superiore era una cosa forte, un’estremizzazione. Ma conteneva in se’ un concetto molto importante.

Mi viene in mente la scena in cui ci rechiamo in banca, parliamo con uno dei consulenti che inizia a proporci grandiosi investimenti (ad onor del vero spesso presentandoli anche molto bene).

A volte accettiamo, a volte no. A volte sono buoni investimenti, a volte meno. Ma non è questo che conta adesso, da appassionato e curioso di “dinamiche mentali” il mio istinto mi porta sempre a cercare di andare oltre, a scoprire i meccanismi che ci sono dietro le cose.

Quindi non conta tanto se poi l’investimento è buono o meno, la cosa che veramente conta, la domanda che oggi voglio farti è:

Su quali basi decidiamo?
In base a quali fattori ci fidiamo?

Sai l’unica cosa che veramente dovremmo fare quale dovrebbe essere?

Dovrebbe essere chiedergli: ma tu hai fatto investimenti di questo tipo?
Quanto hai in banca? Se non ti dispiace mi faresti vedere i dati del tuo conto prima e dopo l’investimento?

Perché fra la teoria e la pratica c’è una parola che fa la differenza: esperienza.

Che strani siamo, spesso accettiamo consigli da chi, quella cosa, non l’ha neanche mai fatta.

E’ l’esperienza che produce l’unica cosa vera che conta…

RISULTATI: ecco l’unica cosa che veramente conta

Tutto il resto è niente, è zero (sono “chiacchiere”, come direi io, o “fuffa” come direbbe il mio amico J.L. Marshall).

Lo dico senza giudizio, ma solo come constatazione importante.

  • Non può insegnarti ad essere leader chi leader non è
  • Non può insegnarti a fare Marketing chi non ha un’attività in cui ogni giorno è impegnato nello sviluppo di nuove idee e nella strutturazione di nuove campagne
  • Non può insegnarti l’arte della ricchezza chi ha un conto in banca che piange
  • Non può parlarti di come attrarre l’anima gemella chi vive solo e l’anima gemella non ce l’ha
  • Non può parlarti di come affrontare le difficoltà chi quelle difficoltà non le ha mai affrontate
  • Non può parlarti del successo chi il successo non ce l’ha mai avuto

Ed ora ecco l’unica domanda che conta: ma tu l’hai fatto?

In questi giorni guardavo il video che J.L. Marshall è riuscito a far realizzare a Mara Santangelo per PiùChePuoi.

Mi è capitato più volte negli ultimi anni di entrare in contatto con ambienti, chiamiamoli così, di elite.

Mi è capitato più volte di entrare in contatto con persone che nella propria vita hanno raggiunto grandi traguardi, grandi successi.

Sai una cosa? Ho imparato molto più da quei momenti passati insieme, in quegli ambienti, con quelle persone, che in anni di studi.

Già, proprio come quando arrivai al reparto assegnatomi dall’Aeronautica Militare Italiana: dimentica quello che hai studiato… non serve a niente.

In realtà io penso che non è vero che non serve a niente, ma nello stesso tempo so con grande sicurezza che l’esperienza è tutta un’altra cosa, aggiunge un altro tipo di valore..

Solo chi “è stato lì dentro” può dirti come funziona veramente, darti una visione da “insider”.
Solo chi ha passato determinate esperienze sa come si vivono da dentro, come si affrontano, come si superano.
Solo chi ha raggiunto un determinato tipo di successo può dirti come si raggiunge il successo.

Io, personalmente, mi fido solo di un tipo di persone: quelle che hanno ottenuto risultati con ciò che dicono.

Il mondo è suddiviso in 2 categorie: i teorici e i pratici.
Allora, per ottenere veramente risultati nella propria vita, al di là dei paroloni, delle etichette, dei buoni concetti, la domanda giusta è: ma tu l’hai fatto?

Ma è anche una domanda da fare a se’ stessi..

E tu l’hai fatto? Oppure…

Viaggiare nei mondi multidimensionali, creare, sognare, desiderare, ottenere, raggiungere, manifestare… tutti bei concetti, tutte belle parole, ma ciò che veramente contale domande giuste sono altre:

  • Hai preso un impegno e l’hai mantenuto?
  • Hai letto una tecnica e l’hai messa in pratica?
  • Hai un sogno nel cassetto e quel cassetto l’hai aperto?
  • Hai realizzato un piano e lo stai mettendo in pratica?
  • Hai stilato un progetto e lo stai costruendo?
  • Ti svegli la mattina con un grande sogno e lavori ogni giorno affinché quel sogno diventi realtà?
  • Hai scoperto qual è il tuo livello superiore e ti impegni ogni giorno per raggiungerlo?

Lo stai facendo? Non domani, non un giorno. Amico mio, amica mia, ieri era tardi.

E’ una domanda diretta, lo so. Ma te la faccio, a rischio di diventare antipatico a qualcuno.
Non importa, in questo momento è la domanda giusta, quella che mi sento di farti.

In ogni caso, qualsiasi sia la tua risposta, c’è un’unica soluzione:

Al di là delle parole, al di là dei bei concetti.
Muoversi nell’unica direzione possibile: quella dei risultati.

Commenti

commenti

23 COMMENTI

  1. ANNALISA
  2. traversa mauro
  3. Guido
  4. Patrizia
  5. Francesco Marigliano Caracciolo
    • Francesco Marigliano Caracciolo
  6. Virginia
  7. Roberto melis
  8. christian salzone
  9. Stefano
  10. Stefano
  11. Denise
  12. elisabetta
  13. Cetty
  14. mauro

Scrivi il tuo commento